BALSAMO NUTRIENTE MANI-LABBRA

FacebookTwitterGoogle+Condividi

b7bc4656f837693cb5a72ac03eba1d24Oggi posto per voi una ricetta veloce per le vostre mani e le vostre labbra, e perchè no, anche le vostre unghie messe a dura prova dalle rigide temperature. 🙂

Questa ricetta di cosmesi artigianale, è facile e veloce, alla portata di tutti, anche coloro che sono alle prima armi. Questo balsamo, ammorbidisce naturalmente la vostra pelle, la ripara dal freddo mantenendola morbida e idratata a lungo grazie alla vitamina E e agli altri ingredienti di origine naturale. Se applicato sulle unghie, magari la sera prima di dormire, le rinforzerà e le nutrirà e grazie alla presenza del burro di karitè permetterà alle cuticole di ammorbidirsi, facilitando la manicure del giorno successivo.

Ingredienti:

  • 40g di burro di Karitè
  • 5g di miele millefiori
  • 5g di Tocoferolo (vitE)
  • 5g di olio di Argan
  • 5 gtt di olio ess di limone
  • 5gtt di olio ess di arancio dolce
  1. Scaldare a bagno maria burro di Karitè e miele facendoli sciogliere bene e mescolando accuratamente per emulsionarli. Quando il burro sarà sciolto completamente (non ci vorrà molto)  togliere dal fuoco ed aggiungere il Tocoferolo, avendo cura di mescolare ancora.
  2. Continuando a mescolare, aggiungere olio di Argan e gli olii essenziali, fino a completo raffreddamento. Man mano che il composto si raffredda, diventerà di una consistenza densa e burrosa.
  3. A questo punto il vostro composto è pronto: riempire piccoli contenitori di vetro, ben puliti e chiuderli con un tappo a vite.
  4. Lasciato riposare, il balsamo si addenserà sempre di più fino a raggiungere la consistenza giusta di solito in 24h.

balsamo-labbra

Avete preparato il vostro balsamo labbra-mani-unghie per l’inverno!

Usatelo fin da subito…vedrete che risultati!!!

Grazie alla fragranza fresca ed agrumata è anche un ottimo regalo fai-da-te per amici e parenti attenti alla cura del proprio corpo ma anche all’ambiente, vista la presenza di ingredienti di origine naturale! 🙂 Farete un’ottima figura…

PS: ottimo anche su cicatrici lievi e piccole scottature.

baci baci a presto

 

Olio essenziale di pompelmo: mille proprietà per la salute e la bellezza!

Bottles of Spa essential oils for aromatherapyIl pompelmo come gli altri agrumi è ricco di proprietà e benefici per la salute ma anche per la bellezza dell’uomo, così che l’utilizzo del suo olio essenziale può risultare utile per diverse necessità che possiamo incontrare  nella vita di tutti i giorni!

Per la bellezza di pelle e capelli:

  • come rinfrescante per eritemi, dermatiti, psioriasi o scottatute: 15gtt in 15ml di acqua depurata e 10ml di olio di calendula, sbattere bene per formare l’emulsione ed vaporizzare a piacere uslle zone interessate.
  • come olio da massaggio: 50gtt in 100ml, emulsionare bene ed utilizzare come olio da massaggio per zone critiche e soggette ad adiposità (gambe e glutei)
  • per la salute dei capelli: 15gtt nella dose dello shampoo o 100gtt nella botiglietta dello shampoo, lasciare agire almeno due minuti frizionando bene sul cuoio capelluto. Nel caso di forfora preparare una lozione da usare due volte a settimana, fino alla scomparssa dei sintomi, a base di aceto 100ml, 25gtt di o.e. pompelmo, 25gtt di olio essenziale di menta e acqua depurata q.b. da vaporizzare sul cuoio capelluto, lasciare a gire e sciacquare con acqua fresca.
  • per ammorbidire i calli e disinfettare piedi e unghie, aggiungere 50gtt a due cucchiai di sale grosso integrale, fare pediluvio per 10 minuti.

Woman Eating Grapefruit

Per la salute:

  • come disinfettante delle vie aeree superiori, in caso di raffreddore e sinusite: 5gtt nella pentola di acqua bollente con sale o bicarbonato, lasciare agire respirando i vapori e girando l’acquq di tanto in tanto. Alla fine del trattamento soffiare bene il naso. In caso di raffreddori ricorrenti o sinusite è consigliato anche l’uso dell’estratto in via orale.
  • contro vaginiti e candida da aggiunfere al detergente intimo insieme al tea treeoil oppure per la preparazione di lavande artigianali 5 gtt in 250ml di acqua tiepida effettuare la lavanda mattino e sera fino alla scomparsa dei sintomi. Per candida più grave, bagnare un tampone con la soluzione e inserire in vagina lsciando agire 5ore circa.
  • Per trattare le unghie inspessite o rovinate preparare un olio a base di 15% di semi di pompelmo e 15 di tea tree oil in olio di oliva, spennellare tutti i gg preferibilmente la sera. Nei casi puù gravi di micosi, utilizzare olio essenziale puro sull’unghia una goccia tutti i gg.
  • contro le puntitre di insetto, zecche e pulci nei nostri amici pelosi o zanzare o ragni nell’uomo utilizzare olio di calendula 100ml con 25gtt di o.e. di pompelmo.
  • contro gengiviti, tartaro e alito cattivo 15gtt in un bocchiere di acqua ed effettuare gargarismi più volte al giorno. Possibile mettere anche una goccia direttamente sul dentrificio una volta sullo spazzolino e lavarsi i denti.
  • Contro l’herpes una goccia di o.e. puro sulla bolla non ancora secca almeno due volte al giorno.

Avete visto quanti utilizzi si possono fare con olio essenziale di semi di pomepelmo? 🙂

Sconsiglio personalmente l’ingestione di  olio essenziale di semi di pompelmo perchè verrebbero ingeriti anche tossici additivi chimici utilizzati per l’estrazione.

ATTENZIONE!!!

L’Apigenina contenuta nel pompelmo sia fresco che nell’estratto, inibisce il citocromo P450 responsabile del metabolismo di gran parte di farmaci, alcool e anche alcuni alimenti, l’uso concomitante di integratori a base di semi di pompelmo o l’assunzione del frutto fresco ed altri farmaci non è quindi consigliabile!!!

NOTA BENE:  non è vero che o.e di pompelmo fa dimagrire, a fare dimagrire è la polpa del frutto fresco perchè ricca di peptina che riduce assorbimento di grassi e carboidrati quindi consigliabile durante una dieta mangiare uno o due pompelmi al giorno ma attenzione alle interferenze sopra descritte!!

BELLI, PROFUMATI E LUCENTI!

Capelli+grassi

Ciao ragazze, stasera voglio parlarvi di capelli grassi! Io prendo sempre spunto dalle vostre richieste per scrivere nuovi articoli che possano essere di interesse comune! Proprio oggi una ragazza con problemi di cute grassa mi ha chiesto qualche consiglio naturale per eliminare l’untuosità dal cuoio capelluto e rendere i capelli più forti e lucenti!
Vi illustrerò quindi brevemente qualche rimedio naturale, che potrete facilmente reperire in erboristeria o parafarmacia e che vi aiuti riguardo a questo problema!

1) Curarsi dall’interno:  Innanzi tutto consiglio a tutte voi che soffrono di cute e cuoio capelluto grasso, untuoso o con forfora di curarsi dall’interno, utilizzando un integratore che aiuti ad alcalinizzare l’organismo (RegoBasic, GunaBasic, Basenpulver ecc…) oppure effettuare la dieta dei 7 limoni, sempre per lo stesso scopo. In seguito, assumere estratto secco di bardana in cps per almeno 3 mesi.

2) Aceto di mele: utilizzato come ultimo risciacquo, ha proprietà sgrassanti e detergenti delicate, aiuta a purificare i capelli rendendoli anche morbidi e lucenti.

3) Limone: Succo di limone applicato direttamente sul cuoio capelluto prima dello shampoo, massaggiare bene, soprattutto nelle zone più critiche, lasciare agire qualche minuto e poi procedere al lavaggio abituale.

timthumb.php4) Argilla: preparare una maschera casailga a base di argilla verde polvere, aceto di mele e acqua. Amalgamare tutto per bene e applicare sul cuoio capelluto lasciando agire con il celofan, almeno una decina di minuti. Poi procedere con il lavaggio abituale, cercando di pulire bene i residui di argilla. Per le meno impavide o colore che nopn hanno tempo, ricordo che esistono formulazioni a base di argilla già pronte. (Es. Cattier)

5) Olii essenziali: sono fondamentali per purificare la pelle, lenire pruriti o irritazioni, diminuire la proliferazione batterica che porta alla forfora.Inoltre gli olii essenziali aumentano applicati con un delicato massaggio al cuoio capelluto, aumentano anche la crescita dei capelli perchè favoriscono la circolazione al bulbo pilifero. Tra quelli raccomandabili per questa problematica abbiamo sicuramente: 670_0_3007863_380925

  • O.E. MENTA, per lenire i pruriti e diminuire la forfora, grazie all’azione rinfrescante. E’ possibile aggiungerlo allo shampoo abituale oppure, ancor meglio, prepararsi una soluzione casalinga da spruzzare sul cuoio capelluo bagnato dopo la doccia, a base di aceto di mela, acqua puificata e olio essenziale di menta
  • TEATREE OIL, da utilizzare sia per cute grassa che forfora perchè disinfettante e antibatterico, diminuisce la proliferazione microbica e rende pulita  e purificata la cute. Da utilizzare nella maschera all’argilla o nello shampoo.
  • O.E LIMONE, proprietà antisettiche e purificanti oltre che rinfrescante
  • O.E SALVIA e LAVANDA da usare insieme nello shampoo
  • O.E TIMO e ROSMARINO da usare nell’aceto di mele come impacco pre-lavaggio, lasciando agire qualche minuto.

6) Alimentazione corretta: sopratutto ricca di frutta e verdura 🙂 Ricordatevi infatti che la bellezza della pelle e dei capelli è fortemente influenzata dall’intestino e dalla sua capacità di espellere quodinamente le tossine e gli scarti metabolici che abbiamo al nostro interno. Quando questa capacità risulta ridotta, la pelle che è il primo e più esteso organo emuntore, partecipa anch’esso all’espulsione delle tossine di troppo e spesso il suo aspetto risente di questo sovraccarico, generando quindi brufoli, puntini neri, cute lucida, spenta, dal colore cereuleo, cuoio capelluto unto, forfora spesso pruriginosa e capelli sottili, fragili, spenti e che sporcano in fretta, sudore acido e cattivo odore della pelle.  Frutta e verdura fresche sono le nostre migliori amiche, ricchissime di sostanze attive per rallentare l’invecchiamento, migliorare l’aspetto esteriore e la nostra salute! 🙂

 7) Eliminare il balsamo con siliconi: perchè rendono i capelli più pesanti e li fanno respirare. In questo modo i capelli si sporcano molto più facilmente e la cute spesso diventa grassa.

Nel prossimo articolo vi elencherò in modo più completo quali sono la frutta e la verdura da prediligere per la bellezza dei capelli….continuate  a seguirmi..e stasera…maschera all’argilla per tutte!!! ahahaahah 🙂

Buona serata e buon weekend

F.

 

 

 

 

OLII ESSENZIALI NEI COSMETICI

page4_4Parto dal presupposto che è sempre meglio usare gli olii essenziali (piuttosto che altre fragranze di tipo cosmetico o alimentare) per profumare i vostri cosmetici casalinghi, perchè oltre a dare una piacevole profumazione alle vostre creazioni, hanno anche delle proprietà ben precise e sono indicati per determinati tipi di pelle.

VEDIAMO I PRINCIPALI USI PER CREME IDRATANTI VISO O CORPO:

  • PELLE NORMALE: lavanda, palmarosa, incenso, carota, rosa, geranio, nèroli, finocchio dolce, camomilla, limone., benzoino.
  • PELLE SECCA: camomilla, gelsomino, lavanda, geranio, limone, rosa, nèroli, patchouli, palmarosa, benzoino, carota.
  • PELLE GRASSA: bergamotto, salvia sclarea, cipresso, lavanda, arancio amaro, incenso, finocchio dolce, geranio, limone, teatree, lemongrass.
  • PELLE MATURA: salvia sclarea, nèroli, arancio, lavanda, geranio, rosa, palmarosa, carota.
  • PELLE ARROSSATA e SENSIBILE: camomilla, rosa, salvia sclarea, nèroli, eucalipto.
  • PELLE CON ACNE: lavanda, geranio, timo, limone, cipresso, salvia sclarea, tea tree, rosmarino, camomilla, patchouli, nèroli.

Se invece volete preparare una crema corpo per le gambe, con cellulite o problemi di circolazione gli olii essenziali da utilizzare saranno:

  • lavanda
  • limone
  • rosmarino
  • cipresso
  • finocchio dolce
  • origano
  • timo
  • geranio
  • pompelmo
  • ginepro
  • cannella
  • arancio amaro
  • menta piperita ( per fare l’effetto freddo dei gel)

Per saperne di più sulle ricette cosmetiche, guardare nella sezione “Cosmesi Fai Da Te”

Un bacio 🙂

BALSAMO VISO PER LA NOTTE (occhi/labbra)

CREMA ARTIGIANALEEcco uno dei miei regalini per natale…una domenica pomeriggio a lavorare..:)

La preparazione del balsamo per il viso antirughe è molto semplice…ci vogliono solo un po’ di pazienza e un pomeriggio libero! 🙂

I balsami, che possiamo chiamare anche pomate, sono quelle creme più ricche delle creme normali e anche più dense, che hanno essenzialmente uno scopo curativo ed estetico a seconda delle esigenze. Si conservano a lungo poichè hanno una grande percentuale di parti grasse e io le considero un ottimo regalo sia per grandi che per piccini.  Ne potete preparare diverse fogge a seconda dello scopo e degli olii essenziali, oleoliti ed estratti che impegate. Io in particolare ne ho preparati alcuni per il viso, ricchi e idratanti vista la stagione fredda che ci attende, da regalare alle persone a me care.

Di seguito vi posto la RICETTA BASE per i balsami e pomate, dalla quale partire per la preparazione di prodotti con specifiche funzioni.

Ricetta per 100g di pomata

  • 8g di cera d’api
  • 10g di burro di karitè
  • 80ml di olio vegetale a piacere o di oleolito (a secoda delle esigenze)
  • 30gtt di olii essenziali (da scegliere a seconda del prodotto da realizzare)

Disciogliere la cera d’api, il burro di karitè con l’olio a fuoco LENTISSIMO, fino a completo scioglimento. (Deve diventare un composto completamente liquido). Si lascia riposare un minuto nel quale si agguingono gli olii essenziali e si mescola per amalgamare bene il tutto. Si trasferisce il liquido in contenitori puliti e possibilmente precedentemente “igenizzati” con alcool e cotone, si lasciano raffreddare fino a completa solidificazione. A questo punto si etichettano.

Le proprietà del balsamo, dipendono dalle sostanze funzionali che noi aggiungiamo, come gli olii essenziali e gli oleoliti. Alcune piante come la calendula, l’arnica e l’elicrisio per esempio non si prestano bene alla distillazione, metodo con il quale si ottengono gli olii essenziali, è per questo motivo che si trovano e si usano in oleoliti o estratti liposolubili.

Nel mio caso particolare alla ricetta base per la preparazione del balsamo viso (100g) ho usato:

  • cera d’api e burro di karitè (tot 20g) -idratante ed elasticizzante-
  • OLEOLITO DI CURCUMA (20g) -antiossidante e antirughe-
  • olio di oliva (20g) -nutriente-
  • 30GTT DI OLIO ESSENZIALE DI ARANCIO DOLCE -antiossidante e schiarente-

Questo balsamo basta in piccolissima quantità, da applicare sul viso tutte le sere per idratare e nutrire in profondità la nostra pelle. Ha proprietà idratanti, emollienti, restitutive, protettive del freddo e degli agenti esterni, ed è adatto a tutti i tipi di pelli da quelle secche a quelle normali miste, perchè non occlude i pori. Si può utilizzare anche come contorno occhi perchè molto delicato.

NB: L’indicazione di balsamo per la NOTTE non è casuale, infatti tutti gli olii essenziali di agrumi hanno proprietà altamente antiossidante e che possiamo definire anche schiarenti per la nostra pelle e lavorano bene la notte.(Potrete notare l’acceso colore arancio dell’olio essenziale, che dimostra l’elevata quantità di antiossidanti al suo interno)  Per questo motivo NON DEVONO MAI ESSERE UTILIZZATI DI GIORNO perchè possono portare a reazioni cutanee e quindi a lungo andare a macchie solari scure. (Insomma…sono fotosensibili!!) Oltre tutto l’olio essenziale di arancio ha buone proprietà contro l’ansia e il nervosissmo, quindi la fresca profumazione è l’ideale da inalare prima di dormire dopo una lunga giornata strassante.

E adesso….Buon lavoro a tutti! ….e…BUON NATALE!!! 🙂

SENZA RUGHE CON LA CURCUMA!

5939_564126583609041_2079807621_nLa curcuma è una spezia ricavata dalla radice di Curcuma Longa o Curcuma xantorriza, diffusa in India. Si trova sotto forma di polvere molto fine di giallo intenso. Rappresenta il componente principale del misto di spezie noto come curry. Il colore giallo intenso di questa polvere è dovuto alla presenza della curcumina, sostanza dal potente potere antiossidante e antinfiammatorio. Grazie appunto al suo forte potere antinfiammatorio è consigliabile assumerla come integratore, sotto forma di capsule, molto utile per i dolori articolari o muscolo-scheletrici. La curcumina contenuta al suo interno però è particolarmente utile per proteggere la pelle sia dagli effetti dell’età che dalle radiazioni solari. Per tutte queste motivazioni la curcuma può trovare largo impiego nelle nostre case, utilizzata in cucina per insaporire e cucinare piatti orientali, per preparare un olio aromatico*, per dare colore e sapore alla maionese fatta in casa, oppure può essere utilizzata per preparare cosmetici casalinghi, come oleoliti, creme, detergenti, essendo dotata di spiccate proprietà antirughe, antinvecchiamento,antiforfora.

Stasera vi voglio postare la ricetta di una crema antirughe per il viso, così potrete prepararla voi stessi!
Ingredienti per 75ml di crema/balsamo:
un pezzo di cera d’api grande quanto una nocciola, 3 cucchiai di oleolito di curcuma**, un cucchiaio di acqua distillata, o di acqua aromatica come preferite, 15gtt di olio essenziale di geranio.
Sciogliere la cera a bagnomaria, quando è completamente sciolta aggiungere l’oleolito, amalgamare bene e togliere dal caldo. Raffreddare mescolando, quando la miscela comincia ad addensarsi, unire l’acqua goccia a goccia mescolando energicamente (deve formarsi un’emulsione A/O). Per ultimo mettere olio essenziale. La crema è da conservare lontano dal calore in un contenitore ben chiuso e pulito.
Questa crema è molto diversa dalle creme che si trovano in commercio, è molto più ricca, la consistenza è più solida e quindi rende moltissimo.Questo significa che bisogna usarne una quantità davvero piccola, altrimenti si rischia di lasciare la pelle unta. Invece se applicata correttamente, la crema lascia la pelle asciutta e sopratutto a lungo andare distesa e luminosa. Il trucco sta nel metterla sempre sulla pelle bagnatae massaggiare rapidamente per favorirne l’assorbimento. Mi spiego meglio….Si bagna il viso con un pò di acqua aromatica e poi si applica una piccola quantità di crema e si distribuisce in modo uniforme e rapidamente su tutto il viso, insistendo sul controno occhi e zone critiche.
L’acqua aumenta l’assorbimento della crema perchè la nostra pelle  è in parte grassa e in parte acquosa: una crema così ricca applicata direttamente sulla pelle non riuscirebbe quindi ad essere assorbita del tutto, bagnando il viso e massaggiando energicamente formiamo una microemulsione sulla pelle che favorirà l’assorbimento delle sostanze attive!

RICETTE UTILIZZATE:
*Olio aromatico: 500ml di olio di extravergine di oliva e 3 cucchiai colmi di polvere, lasci macerare chiuso una settimana agitando qualche volta, l’ottavo giorno filtri e conservi in bottiglia scura.
**Oleolito di curcuma: Come l’olio aromatico ma utilizzando olio di sesamo spremuto a freddo al posto di quello d’oliva. (Può esser utilizzato anche da solo come olio da massaggio)

Ottimo come pensierino di natale, per un amica o un parente! …Un prodotto fatto con le vostre mani sarà sicuramente apprezzato! 🙂

Buon Lavoro a tutti!

IL DONO DELL’ALVEARE FA BENE DENTRO E FUORI!

miele_api_02

Quando penso al lavoro che le api fanno per produrre il miele…sorrido e mi compiaccio nell’essere sempre più convinta di quanto la natura sia splendida! Il miele, come l’ho chiamato, “dono dell’alveare”, è sempre stato considerato un alimento di elevata importanza salutistica, quasi medicinale, da utilizzare in diverse occasioni sia per la prevenzione che per la cura di piccoli malanni, soprattutto quando medicinali ai quali purtroppo ormai ci siamo, (anzi vi siete) abituati ancora non esistevano. Le importanti attività che vanta sono riferite soprattutto all’apparato respiratorio, dove svolge un’azione sedativa della tosse se somministrato la sera prima di coricarsi nella dose di un cucchiaino, come se si trattasse di un vero e proprio farmaco. Vanta poi attività antibatteriche e antinfiammatorie, lenitivo quindi in caso di infiammazione delle vie respiratorie, accompagnata da bruciore di gola e tosse più  meno produttiva. Da assumere fino a tre volte al giorno in una bevanda calda, come può essere il latte, o una tisana a base di timo, papavero ed eucalipto (sempre utile per la tosse). Da non dimenticare poi che il miele è considerato un alimento funzionale*, anche e soprattutto per l’elevato contenuto di antossidanti al suo interno, che possono aiutare il nostro organismo nella prevenzione di numerose malattie e nel rallentare i processi di invecchiamento che lo coinvolgono con il trascorrere del tempo. Protegge l’organismo dall’azione dei radicali liberi, dalla pelle al cuore, tanto che è ritenuto che l’utilizzo quotidiano possa giovare alla salute dell’apparato cardiocircolatorio. Ricordo inoltre che può essere utilizzato al posto dello zucchero come dolcificante naturale, utilizzare il miele al posto del saccarosio infatti, permette all’organismo di sfruttare subito l’energia assunta sotto forma di fruttosio e glucosio, senza richiedere all’organismo importanti processi digestivi. Soprattutto a colazione infatti può essere utilizzato anche da persone che seguono una dieta o dibetici perchè facilmente assimilabile ma allo stesso tempo smaltibile. Così quando si tratta di miele, non parliamo solo di salute bensì anche di bellezza…chi non ha mai sentito parlare dell’effetto quasi miracoloso che il miele produce sulla pelle? La rende morbida e vellutata e, soprattutto per l’elevato potere disinfiammante e antibatterico è particolarmente consigliato nell’età dello sviluppo per lenire e curare l’antiestetico acne giovanile che oltre ad essere spiacevole dal punto di vista puramente cosmetico, è anche piuttosto doloroso per via dell’infiammazione cutanea. Potrete creare voi stessi una preparazione a doc per la vostra pelle, che utilizzerete come maschera per il viso da effettuare una volta alla settimana a base di miele. Vediamo un po’:

  •  Pelle grassa con acne infiammata

Mettete in una ciotola da macedonia un cucchiaio di miele millefiori, un cucchiaino di amido di riso (già sciolto in acqua) stemperate bene rendendo in composto omogeneo, si formerà una sorta di latte denso, potete aggiungere un po’ di acqua se è troppo solido.  Ora potrete applicare su viso la crema ottenuta, lasciare agire 10/15minuti circa e poi sciacquare delicatamente con acqua fresca. L’effetto sarà lenivo e disinfiammante, lievemente levigante.

  •  Pelle stanca, secca e spenta

Polverizzare nel macinacaffè 100g di mandorle sgusciate non pelate. Impastare con il miele di acacia formando un panetto malleabile. Se si desidera profumare a piacere con 5gtt di olio essenziale a scelta fra cannella, lavanda, arancio dolce. Formare una palla e conservarla un u contenitore ermetico. (si conserva in frigo fino a 3 mesi) Una volta a settimana, prelevare un pezzetto dell’impasto, ammorbidirlo fra le dita con un po’ di acqua tiepida e massaggiarlo sul viso formando un latte denso. Lasciare agire circa 10minuti quindi risciacquare delicatamente. Leviga la pelle lasciandola morbida grazie all’effetto delle mandorle polverizzate, la rende luminosa e idratata grazie all’effetto del miele.

In entrambi i casi, dopo la maschera, aprire 1 o 2 perle a base di olio di borragine fra le dita, e massaggiare bene sul viso delicatamente fino a completo assorbimento. (L’olio di borragine lo useremo dopo la maschera al posto della crema per esaltare l’effetto depurativo e idratante) Per chi vuole può essere utilizzato tutte le sere come olio antirughe e idratante.

Ecco qui i molteplici usi del miele…e non sono gli unici…ma io non posso scrivere tutta la notte, quindi per ora vi lascio questi…spero vi possano essere utili!

*Alimento funzionale: Alimento naturalmente ricco di molecole e sostanze con proprietà benefiche e salutistiche per l’organismo.

Le informazioni qui sopra riportate, non sono consigli medici ma hanno il solo scopo di illustrare possibili integrazioni nutrizionali di tipo non terapeutico bensì salutistico e pertato non sostituiscono il parere di un medico.

 

LABBRA COSì DOLCI DA BACIARE

LABBRAEcco qui la ricetta per la preparazione di un balsamo per le labbra eccezionale!

BALSAMO PER LE LABBRA AL MANDARINO:

  • un pezzetto di cera d’api vergine grossa quanto una nocciola
  • 1 cucchiaio e mezzo di olio extravergine di oliva oppure di oleolito di calendula (la ricetta l’ho già postata, la trovate nella categoria “Cosemsi fai da te” )
  • 5gtt di olio essenziale alla cannella, 10gtt di olio essenziale al mandarino e 5 gtt di olio essenziale all’arancio dolce

Ps: ricordatevi che gli olii essenziali possono essere usati a piacere, potete anche usarne altri o solo uno, a vostro piacimento, l’importante è che non siano più di 20gtt.

Mettete la cera d’api in un pentolino e sciogliete a bagno maria, quando la cera risulta disciolta completamente allora aggiungere l’olio, attendere che il tutto sia omogeneo e poi togliere dal bagnomaria. Lo lasciate raffreddare alcuni istanti, facendo in modo però che il composto rimanga fluido, e per ultimi aggiungete gli olii essenziali. Potete ora versare l’impiastro in un piccolissimo barattolino, (alcuni negozi li vendono, tipo per il trasporto dei cosmetici da viaggio), oppure in un portaburro di cacao finito, opportunamente lavato, pulito e sterilizzato con alcool. Lasciate riposare in freezer per 1 ora ed ecco che il burro di cacao è pronto!

Lo potrete conservare a temperatura ambiente e dura circa 3/4 mesi. Se lo avete messo nel contenitore da rossetto per intenderci, lo passerete sulle labbra come qualsiasi burro di cacao, se invece lo avete messo in un contenitore a barattolino, allora grattate un po’ con l’unghia e stendete con il dito. Questo balsamo per le labbra è ottimo per mantenerle sempre morbide e nutrite, potrete applicarlo più volte al giorno, ma essendo molto nutriente normalmente una o due bastano. Io personalmente trovo che la preparazione del burro per le labbra si un’ottima idea regalo per esempio per un’amica, in arrivo anche delle festività natalizie. Vi impegnerà poco nella preparazione, richiede pochi ingredienti ed è un regalo sempre utile, soprattutto per una ragazza!  …Sentirete che fragranza…sarà così buono che verrà quasi voglia di mangiarlo!!

Per i più golosi infatti sarà possibile prepararlo con il cioccolato fondente!

Basta aggiungere alla cera d’api mentre sta sciogliendo, un quadretto di cioccolato fondente nero (70%di cacao). In questo caso come olii essenziali io consiglio cannella, arancio dolce o menta piperita, perché sono quelli che si adattano maggiormente al sapore….che dire…una golosità! Ma attenti….la cera d’api pur essendo naturale sarebbe meglio non mangiarla….quindi…limitatevi a spalmare! 🙂

1.. 2.. 3.. SAPONE!

Fare il sapone artigianale è piuttosto articolato e sopratutto per chi lavora a tempo pieno e ha poco tempo libero risulta praticamente impossibile…ma perchè dover rinunciare a un sapone delicato e idratante, fatto davvero su misura per noi? ..oggi voglio illustrarvi quindi due metodi più semplici e veloci che non prevedono l’uso della soda caustica o della cenere e non richiedono molto tempo. Esistono due tipologie per preparalo velocemente, (circo 30minuti di lavoro) ..le illustrerò entrambe.

Metodo 1

Munirsi di 50g di sapone di Marsiglia puro, olio di oliva, olii essenziali e piante aromatiche a piacere. Io personalmente ho preparato il sapone alla lavanda e il risultato è stato ottimo. Ho fatto sciogliere il sapone di marsiglia in un pentolino ad acqua maria (quindi non direttamente sul fuoco senò si rovina) Ho aggiunto 2 cucchiai di olio di oliva e 1 cucchiaio di miele millefiori artigianale. Ho cercato di amalgamare il più possibile tutti gli ingredienti, poi ho aggiunto 10gtt di olio essenziale di lavanda e le foglie di lavanda fresche sminuzzate finemente. Ho amalgamato ancora. Una volta che il tutto era perfettamente unito ho trasferito il liquido negli stampini di silicone. Ho lasciato riposare circa 72 h per fare indurire bene il composto..e il sapone era pronto! 🙂 Io ho usato il miele e l’olio di oliva perchè non ho particolari problemi cutanei, ho solo la pelle un pò secca, ma si possono usare differenti sostanze funzionali, come l’amido di riso per coloro che hanno la pelle sensibile, oppure la  farina di avena, o ancora olii essenziali come il teatree oil, il rosmarino e la salvia con l’argilla verde per chi ha la pelle impura. Insomma con un pò di conoscenze, qualche libro, internet e quant’altro -tipo me se volete 🙂 – potrete creare il sapone fatto su misura per voi!

Metodo 2

Grattugiate la buccia di 2 limoni e unite 5gtt di olio essenziale di arancio amaro e 5gtt di olio essenziale di bergamotto. In un pentolino fate sciogliere la glicerina vegetale per saponi (facilmente reperibile in qualunque farmacia o erboristeria o negozio di prodotti naturali), insime a 2 cucchiai di oleolito di curcuma*, che utilizzerete per donare un luminoso colore al sapone e per le proprietà antiossidanti e idratanti che vanta. Preparate il contenitore dove metterete l’impasto cospargendolo di olio di oliva, in modo che poi la forma una volta solidificata si stacchi bene. Lasciate raffreddare leggermente il composto e, prima che sia troppo denso, aggiungete il limone con gli olii essenziali: mescolate bene in modo da dare omogeneità alla saponetta, e versate nello stampo che avete scelto. Lasciate raffreddare e quindi mettere lo stampo in freezer per un’ora e mezza o due per far solidificare bene il sapone. Tirare fuori dal freezer, lasciare riposare mezzoretta e poi con un coltello che tagli bene, tagliare lo stampo, creando delle vere e proprie “fette di sapone”. Io ho voluto preparare un sapone agrumato, dall’aroma fresco. E’ possibile ovviamente decidere di usare altri olii essenziali, piante aromatiche, fiori, latte, miele, e quant’altro vi passi per la testa! Fate anche degli esperimenti..non abbiate paura di “sbagliare”..solo con l’esperienza si può imparare! 🙂

*Oleolito di curcuma: 500ml di olio di extravergine di oliva e 3 cucchiai colmi di polvere di curcuma, lasci macerare chiuso una settimana agitando qualche volta al giorno tutti i giorni, l’ottavo giorno filtri e conservi in bottiglia scura. Puoi usarlo in campo alimentare, come olio per la pelle del viso (alto potere antiossidante), oppure le preparazione di cosmetici fai-da-te.

NB: Per chi fosse interessato ad un approfondimento sulla glicerina andate a questa pagina http://www.fitocose.it/approfondimenti/La-Glicerina-disidrata-la-pelle!.aspx?id=468

E adesso…mettetevi al lavoro..buon sapone a tutti!!

Vi posto la foto del mio sapone alla lavanda! 🙂

563233_567541226600910_1735613642_n

 

OLEOLITO DI CALENDULA

calendula

Bastano davvero pochi passi per creare un buon oleolito di calendula, nutriente e lenitivo per l’inverno..

Ingredienti:
100g di fiori di calendula interi secchi
250ml di olio di oliva
250ml di olio di argan
1 cucchiaino di curcuma
15gtt di olio essenziale (a piacere, per dare una buona profumazione, ma non è un ingrediente obbligatorio per la riuscita del prodotto)

Mettere la calendula e il cucchiaino di curcuma in un barattolo di vetro precedentemente “sterilizzato” per ebollizione. Coprire il tutto con gli olii e chiudere il barattolo con un coperchio ermetico. Lasciare l’oleolito in un posto caldo, tipo un davanzale al sole per 30giorni.
Ogni giorno scuotere il barattolo una decina di volte per amalgamare bene l’olio.
Passati i giorni necessari, filtrare l’olio con una garza di cotone o una tela leggera e strizzare bene il residuo.
Conservare l’oleolito in una bottiglietta di vetro scuro, lontano da fonti di calore per evitare che irrancidisca.
Se vogliamo possiamo aggiungere all’olio pronto, 15gtt di o.e a piacere, solo per conferire al prodotto una profumazione gradevole.

Questo oleolito lo potremo utilizzare per la realizzazione di creme per il viso, detergenti bifasici da viso o balsami per le labbra, ma potremo usarlo anche puro solo come idratante e lenitivo.
La calendula possiede infatti ottime proprietà cicatrizzanti, lenitive e normalizzanti della cute. A sua volta invece la curcuma (contenente curcumina), ha un forte potere antiossidante, combatte efficacemente i radicali liberi e dona un bellissimo colore solare, ed una luminosità particolare al prodotto e, di conseguenza alla nostra pelle. Per queste motivazioni è ottimo da usare sul viso anche come contorno occhi!

Buon lavoro..e per qualsiasi domanda sono qui! 🙂

COME CREARE UN PROFUMO TUTTO PROPRIO

Acqua di colonia

Ciao a tutti…direi subito di iniziare con una bella preparazione fai da te, per gli appassionati come me del naturale, qualcosa che non sia scontato, come potrebbe essere il sapone di cui tutti parlano, ma che non sia neanche troppo elaborato e ricercato come una crema..quindi ho deciso che oggi voglio parlarvi dell’acqua di colonia e della possibilità di prepararne una fatta apposta per voi..o per le persone a cui tenete! Potete preparare la vostra acqua di colonia anche se avete poca esperienza a riguardo perchè gli ingredienti e i procedimenti non sono difficili..o meglio potrete scegliere il procedimento che più si avvicina alle vostre disponibilità di tempo e di capacità creativa.

Innanzi tutto un pò di teoria:

“..L’acqua di colonia è una soluzione aromatica e profumata a base di alcool (90°/80°) e contiene da un 7 ad un 15% d’essenza di profumo. L’Acqua di Colonia è composta da circa 25/30 essenze diverse. La base essenziale è il bergamotto, cui si aggiungono quella di: limone, arancia, mandarino e cedro. Inoltre può contenere olio di lavanda, neroli, rosmarino, timo..ecc..”… “L’Acqua di Colonia si differenzia dall’Eau de Toilette così come dall’Eau de Parfum per la differente quantità di essenza di profumo: essa, infatti, ne contiene dal 3% al 5%.” (cit. Wikipedia)

Adesso passiamo alla pratica: a seconda delle fragranze che desiderate, potrete utilizzare diverse profumazioni per dare un tocco di personalità alla vostra acqua di colonia. Esistono principalmente due metodi per preparare l’acqua di colonia, il primo un pò più elaborato prevede la macerazione in alcool delle piante che si utilizzano per l’aroma, per estrarre l’essenza che caratterizzerà la preparazione. L’altro metodo, più semplice e veloce, ma di analogo risultato è quello invece di utilizzare gli olii essenziali, quindi le essenze già pronte, per poter preparare l’acqua di colonia.

1- Il primo metodo prevede l’utilizzo di petali di rosa o altri fiori a piacere, scorze di arancia e di limone e un rametto di rosmarino o altra pianta aromatica, lasciati macerare in 80g di alcool 90° per 8gg, lontano dalla luce e da fonti di calore. Per ottenere infatti una buona acqua di colonia, bisogna aggingere SEMPRE alle fragranze floreali ed agrumate anche una “punta verde”, una pianta aromatica che potrete scegliere tra origano, rosmarino o salvia sclarea a seconda del tono che vorrete conferire all’essenza. Ogni giorno per 8 di fila, scuotete il barattolo delicatamente mattina e sera, trascorso il tempo indicato, colate la macerazione attraverso un colino a maglie fitte su cui avrete messo anche un fazzolettino di stoffa o un filtro di carta, ci vorrà un po’ di tempo, ma è l’unico modo per avere un prodotto senza residui. Finito di filtrare, in funzione del liquido ottenuto aggiungete l’acqua distillata fino a raggiungere 100ml totali.

2- Il secondo metodo invece è più semplice e immediato: non prevede infatti il periodo di macerazione. Si utilizzano acqua di rosa e acqua di fiori di arancio già pronte, in 82 grammi di alcool a 80° mettete 8,25 grammi di acqua di rose e 8,25 grammi di acqua di fiori d’arancio (neroli). In questo caso si ha anche una scelta più amplia di fragranze, infatti possiamo utilizzare differenti tipi di olii essenziali per conferire all’acqua la profumazione che desideriamo. Per esempio, si aggiungono se si desidera 35 gocce di olio essenziale di bergamotto e 35 gocce di olio essenziale di limone che apportano le cosiddette note esperidate. In fine ci ricordiamo sempre della “nota verde” e quindi aggiungiamo 1 goccia di olio essenziale di origano o di altro aromatico. Mescolare con cura per far amalgamare bene tutti i componenti e conservate in un recipiente be chiuso per 48h scuotendo energicamente più volte al giorno. In questa versione dell’acqua di colonia, per le pelli più delicate è possibile sostituire l’alcool con acqua distillata. La profumazione dell’acqua di colonia in questo caso durerà meno nel tempo e sarà meno intensa, però difficilmente il prodotto sarà irritante.

Quelle che vi ho descritto sono solo due delle tante ricette per creare la vostra acqua di colonia, tutto dipende dalle fragranze che preferite…lasciate sfogo alla vostra fantasia 🙂 Prima di trovare la fragranza adatta a voi, sicuramente dovrete fare un pò di esperienza, ma sarà bello creare una profumazione tutta vostra!

AVVERTENZE:

NB1: Non spruzzare mai sui vestiti l’acqua di colonia, potrebbe macchiarli!

NB2: Gli olii essenziali sono fotosensibii e sensibilizzanti, non spruzzare mai al sole l’acqua di colonia, potrebbe provocarti delle macchie solari.

NB3: L’acqua di colonia come tutti i prodotti contenenti alcool è infiammabile, prestare attenzione all’utilizzo e tenere lontano dalla portata dei bambini.

Adesso..buona preparazione a tutti!

Per qualsiasi dubbio son qui..

Bacio bacio