La gravidanza: quello che le donne non dicono

FacebookTwitterGoogle+Condividi

nausea-in-gravidanzaVoglio chiudere l’anno 2015 con un articolo su un argomento che mi sta a cuore: la gravidanza. Abbiamo aperto ormai da qualche mese una sessione di articoli su questo delicato argomento che imteressa molte giovani donne e non solo. Questo è un articolo un po’ diverso: basta osannare la gravidanza, e descriverne solo gli aspetti gioiosi e positivi, oggi voglio parlare di quello che le “donne non dicono” e che quindi poche donne sanno, cioè che la gravidanza è un difficile momento per la vita della donna e non è tutto rosa e fiori! Certo tutti dicono ” la gravidanza non è una malattia”, sostengono che in gravidanza si possa fare tutto quello che normalmente si fa, (andare al lavoro, avere le proprie attività, occuparsi della casa, magari di animali o altri figli), bè, vi svelo un segreto: non è proprio così! Basta con questa omertà, basta con l’illusione che la gravidanza perchè dona vita ad un altro essere vivente debba per forza essere un momento della vita piacevole, basta con i luoghi comuni! Sono poche le elette che dal giorno in cui scoprono di essere incinta, fino al nono mese non accusano particolari problemi e vivono alla giornata come se nulla fosse, dietro a queste poche fortunate c’è  una valanga di donne che soffrono da primo giorno, per i classici sintomi della gravidanza e vivono un momento che dovrebbe essere il più bello della loro vita come un incubo. Nessuno parla dell’iperemesi gravica, della gastrite e del reflusso cronico, che porta ad una tosse insopportabile che non fa chiudere occhio, e che dire della dissenteria, dovuta ad eccesso di acidi che lo stomaco riversa nell’inetstino irritandolo. Stanchezza, debolezza, si accompagnano ovviamente a questa pletora di sintomi rendendo le giornate interminabili. Ebbene si, nei primi tre mesi, esiste quella che comunemente è definita nausea gravidica, ma vi assicuro, e sono certa che alcune lettrici lo potranno confermare, non sempre si tratta di una semplice e leggera nausea. Vomitare anche 5 o 6 volte al giorno, rende la vita impossibile, un vero limite per poter affrontare le giornate normalmente. E che dire degli effetti di questo vomito sul nostro apparato digerente? Esofago e gola perennemente infiammati, dolore e indolinzimento allo stomaco, pancia gonfia e dolorante, cattivo gusto in bocca, bocca impastata e lingua bianca, senso di malessere generalizzato, impossibilità nel nutrirsi normalmente. Ci sono donne che sostengono di sentirsi a tutti gli effetti “intrappolate nel proprio corpo”, inermi davanti ai sintomi e al malessere che le accompagna, perchè purtroppo anche farmaci, o palliativi naturali lasciano il tempo che trovano. I sintomi della gravidanza possono quindi influire fisicamente, emotivamente e anche socialmente sulla vita della futura mamma, ma anche sul partner.

sintomi-gravidanza-prima-settimana Molti medici considerano la nausea un problema lieve, ma alcune ricerche mostrano che i medici sottostimano gli effetti che tali sintomi possono avere sulla vita della donna e inoltre il fatto che pochi rimedi sono davvero efficaci. Assumere zenzero o tisane allo zenzero, annusare il limone, mangiare poco e spesso, usare integratori a base di vitamina B6, bere poco a piccoli sorsi e fuori dal pasto, succhiare cubetti di ghiaccio o ghiacccioli per sentirsi meglio, mangiare solo quello di cui si ha voglia ecc…questi sono alcuni dei rimedi che più vengono consigliati ma quali di questi dona davvero sollievo quando si ha la nausea tutto il giorno e si vomita anche 5 volte in una giornata? Bhò, questo purtroppo rimane un quesito al quale risposta non c’è, ogni corpo è a parte, ogni donna è diversa e quindi anche gli effetti delle cure saranno differenti. Quello che ci tengo a precisare è l’importanza del parlarne con qualcuno, è importante avere un parente, una madre, una suocera (solo se simpatica) :), che possa aiutare, che ci vada a fare la spesa, che aiuti a cucinare, quando qualsiasi odore è insopportabile, che magari ci aiuti a tenere la casa pulita. Importante se si può, assentarsi dal lavoro per un po’ perchè anche lo stress e la stanchezza spesso possono peggiorare i sintomi. Non sforzatevi di stare di bene, di essere efficienti, sorridenti, attive, siate voi stesse, non proccupatevi chi vi ama, e chi vi vuole bene sopporterà questi duri momenti insieme a voi e quando tutto sarà finito sarete ancora più forti. “Quando tutto sarà finito???” Proprio questo è il terrore delle future mamme che soffrono di nausea acidità e quant’altro: quando finirà tutto questo? Si boccheggia, manca l’aria al sol pensiero di passare 9 mesi così, eppure dicono che siano solo i primi tre mesi della gravidanza li chimano “di adattamento”, e di adattamento a cosa? Bhò. Forse perchè in realtà si sta crescendo insieme al proprio bambino, ci si sta adattando alla nuova vita assieme, al miracolo della vita, alla gioia del futuro… bla bla bla. Parole e pensieri troppo sdolcinati quando il sapore che si ha in bocca è così “amaro”.

F.

 

15 pensieri su “La gravidanza: quello che le donne non dicono

    • Purtroppo ogni persona è diversa…ti capisco benissimo perchè io ho avuto una bruttissima gravidanza, ho vimitato finoa 5 mesi e in seguito proprio a causa dell’eccessivo vomito ho avurto la gastrite emorragica (vomitavo sangue ) e mi hanno ricoverato.
      Quello che posso consigliarti, mi permentto di darti del TU, è di mangaire solo quello che ti senti, tanta frutta fresca e verdura cruda che puliscono l’apparato digerente, se riesci puoi bere delle tisane di MALVA, non sono assolutamente controindicate…anzi! Puoi mangiare le banane se ti piacciono che aiutano contro l’acidità e la nausea.
      Per il resto, purtroppo è una fase che deve passare…e ci va molta pazienza. Eventualmente puoi parlarne con la ginecologa e assumere dei farmaci antiacidi…anche se puoi evitarli secondo me è meglio.

    • Sono a 14+2 ed ho continua acidità, eruttaziono, stomaco così gonfio che nn mi fa respirare….grazie per questo articolo…Elisa

  1. Finalmente qualcuna che racconta le cose per come sono realmente!
    Aspetto il terzo figlio, ma il periodo che sto vivendo è un incubo, tutt’altro che idilliaco!
    Intrappolata in un corpo che non vuol saperne di star bene, gestosi del I trimestre, ma qui siamo al 4 di mese e di luce ne vedo ben poca!
    In questo interminabile periodo sono stata costretta a stravolgere tutte le mie abitudini, lavoro compreso, cosa che mi ha destabilizzata ulteriormente!
    Beh, che dire, vado avanti.. ciò che mi attende al traguardo è quello che mi da la spinta ogni giorno, che mi fa dire “ ne vale la pena!”
    Forza e coraggio allora

  2. Io sono a 11+ 1… seconda gravidanza
    Anch’io sto vivendo un incubo nn f
    accio altro che vomitare dalla 5 settimana…. sono stata pure ricoverata per un mese
    Per disidratazione mi hanno pure dato un farmaco sbagliato dove molti medici mi hanno detto che potrebbe nascere malato il mio piccolo/A quindi oltre che sto da schifo tra vomito e nausee devo convivere con questa terribile paura..Nn vedo l ora che questo incubo finisca e di tenere fra le mie braccia il mio piccolo angelo pieno di salute

  3. Sono alla 19 settimana e mi è comparsa a seguito di una terapia antibiotica una patina bianca sul dorso della lingua ci convivo da più di due mesi !tra sapore cattivo, distorta percezione del gusto ed acidi che risalgono dal sapore dolciastro adesso mi hanno consigliato i fermenti lattici enterolactis plus!complimenti per l’articolo ❤️!

    • Mi scusi per il ritardo..sono stata molto occupata con l’apertura dell’erboristeria di ESSENZIALMENTE NATURALE e non sono riuscita a rispondere adeguatamante a tutti i messaggi che mi scrivete! Immagino che ormai il disturbo sia migliorato, se non sparito. Sicuramente si trattava di candida. Sarebbe meglio affrontarla nel modo più corretto possibile in modo tale che non coprometta il feto, soprattutto se è in previsione un parto naturale, che quindi prevede il passaggio dal canale vaginale. Anche se la candida è in bocca, di solito è interessato anche se senza sintomatologia, l’apparato genitale!
      Mi scriva se ha ancora problemi, valuteremo insieme cosa fare.
      Cordiali saluti
      Flavia

  4. Grazie per questo articolo. Sono alla 14+5 e fin dalle prime settimane di gravidanza ho sofferto di iperemesi gravidica, sono stata anche ricoverata per disidratazione, è stato un vero e proprio incubo eppure non ho trovato grande comprensione nè da parte dei medici nè da parte di altre mamme. Sentirsi dire: “mangia meno e spesso” oppure” prova con lo zenzero” sembra una presa in giro quando il tuo corpo si ribella continuamente e prepotentemente a ogni odore e sapore come fosse un nemico da espellere. Dall’inizio del quarto mese il vomito è cessato (per fortuna perchè anche io avevo iniziato a vomitare sangue) ma la nausea e l’acidità di stomaco sono ancora molto forti. Mi sento un po’un essere “fallito” perchè non riesco più a fare tutto quello che facevo prima, ho smesso di andare a lavoro, non riesco più a seguire le lezioni di yoga, sono sempre stanca e senza forze. Sono felice di questo bambino ma la mia gravidanza non è affatto quell’idilliaco viaggio che tante descrivono, a me sembra più un percorso a ostacoli dove ho perso il timone della mia vita. Ma forse anche questo serve.

  5. Anche io 3 gravidanza totalmente diversa dalle altre 2 più ansie più paura più stanchezza più bocca amara che alla 19 settimana non passa ancora per di più ho avuto un allergia non si sa a che cosa è ho dovuto smettere di prendere le medicine e le vitamine che prendevo ma la forza che mi fa andare avanti è che a marzo veDro la mia bimba e questo sarà solo un ricordo un bacio a tutte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *