COLON IRRITABILE: AIUTARLO IN MODO NATURALE.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

colite-colon-infiammato-diagnosiFin dall’antichità si conosce l’importanza della salute intestinale, tant’è che si può affermare con quasi assoluta certezza che dalla buona funzionalità dell’intestino, dipenda la salute di tutto l’organismo. Purtroppo, l’alimentazione di oggi non è ideale, per tenere il  nostro inetstino in forma, perchè ricca di cibi raffinati (farine, zucchero, ecc..), alcool, additivi alimentari, formaggi,  ecc… Questi alimenti provocano infiammazioni e fermentazioni che a lungo andare si ripercuoto su tutto l’organismo, generando una tossiemia, ossia una intossicazione del sangue. Si vanno a formare infatti delle incrostazioni, sulle pareti dell’intestino che con il tempo, diventano sempre più difficili da sciogliere, e generano un accumulo di tossine che permanendo più tempo nell’intestino e rimanendo captate dalle incrostazioni, tendono ad essere assorbite da lume intestinale, arrivando nel sangue appunto. Normalmente questi meccanismi si manifestano con dolori addominali, pancia gonfia e in tensione, periodi di stitichezza alternati a periodi di dissenteria, che provocano gravi disagi di vita quotidiana a coloro che ne sono affetti! Queste manifestazioni possono essere raggruppate sotto il nome di colon irritabile o colite spastica e spesso e volentieri vengono “curate” dalla medicina tradizionale con farmaci che ne limitano la sintomatologia, ma senza andare a curare la causa. Attraverso la naturopatia, che si occupa di riequilibrare gli stati di squilibrio dell’organismo, noi possiamo prevenire e in parte curare questa colite.

I rimedi base sono:

1) Alimentazione controllata, nella quale bisogna prestare attenzione all’uso di cereali (sia integrali che raffinati), crucifere (cavoli, cavolfiore, cavolo di bruxells ecc), buccia della frutta, latte e latticini, alcolici, cioccolato, caffè  e integratori di fibre. Tutti questi aliemnti infatti possono peggiorare la manifestazione spastica,perchè irritanti, per cui io consiglio di effettuare un periodo disinfiammante per l’intestino nel quale questi alimenti non vengono utilizzati, per poi reintrodurli gradualmente. Altro particolare imporatnte dell’alimentazione è la quantità; infatti se il nostro sistema digerente si trova a dover digerire una grande parte di cibo, la colite tenderà a peggiorare perchè ci sarà una sorta di sofferenza intestinale dovuta all’accumulo eccessivo di cibo, ancor peggio se di diversa origine (cioè carboidrati, proteine, grassi, tutti insieme). Consiglio quindi di prediligere un’alimentazione controllata nei 3 pasti giornalieri, magari anche 5 se sia ama fare lo spuntino, evitando i digiuni che portano poi alle abbuffate.

images2

2) Disinfimmanti naturali:

  • Succo di Aloe puro, assunto 3 cucchiai al giorno, per almeno 1 mese.
  • Boswelia serrata, assunta sotto forma di capsule, titolate in sostanza attiva, per almeno 4 mesi. Questa pianta è ricca di ac.boswelico appunto, che ha un’azione antinfiammatoria naturale.
  • Angelica Arcangelica, pianta ricca di allicina che ha azione distensiva sulle pareti intestinali. Da assumere sotto forma di Tintura Madre, 30 gtt prima dei pasti principali, in associazione alla Boswelia.
  • Programma di riequilibrio intestinale, che prevede assunzione di 3 tipi di fermenti lattici diversi, (Enterelle, Ramnoselle e Bifiselle) in questo ordine, da effettuare a cicli durante l’anno. Se si soffre anche di meteorismo, aiutarsi con Adomelle a mesi alterni.
  • Utilizzare nell’alimentazione la curcuma e lo zenzero tutti i giorni.

3) Bere succo di limone con acqua calda.

Ho già parlato del succo di limone con acqua calda tante altre volte, ma ne voglio parlare ancora perchè davvero, bere al mattino appena svegli un succo di limone con acqua calda porta dei benefici intestinali non indifferenti! Le tossine che come detto prima si accumulano sulle pareti, devono essere eliminate e le pareti devono essere pulite in profondità. Il limone con l’acqua calda, si comporta da disincrostante intestinale, proprio come quelli che si usano per il lavandino, però è naturale! L’acqua e limone è una bevanda preziosissima, da bere al mattino al risveglio per effettuare uqella definita “doccia intestinale”. Non vi siete mai chiesti perchè ci laviamo tutti i giorni esternamente ma non ci laviamo mai internamente? Questa bevanda “lava” il corpo dall’interno dissolvendo le scorie e le impurità. Non abbiate timore di stitichezza o altro, perchè assolutamente non si verificherà, anzi, seguendo questo programma di rimedi per l’intestino riacquisterete una equilibrata attività intestinale ed eliminerete i dolori addominali! 🙂

Spero di esservi stata utile…come sempre vi ricordo che per ogni informazione sono disponibile all’indirizzo info@essenzialmentenaturale.it

Per chi fosse interessato ad una CONSULENZA PERSONALIZZATA, legga il regolamento alla pagina “Consulenze Naturopatiche” e mi scriva in privato alla mail indicata sopra.

 

Le informazioni qui sopra riportate, non sono consigli medici ma hanno il solo scopo di illustrare possibili integrazioni nutrizionali di tipo non terapeutico bensì salutistico e pertato non sostituiscono il parere di un medico.

 

48 pensieri su “COLON IRRITABILE: AIUTARLO IN MODO NATURALE.

  1. Grazie per i consigli.sto soffrendo da anni di meteorismo pancia gonfia dolori al colon e stitichezza. Ho fatto l idrocolonterapia e sto assumendo ramoselle e bifidElle.cosa posso fare ancora. ? Ho sempre male.grazie

    • Buongiorno,
      se i disturbi di cui soffre sono così fastidiosi sicuramente uan dieta ad esclusione potrebbe aiutare.

      1 Settimana ZERO LATTICINI.
      2°Settimana ZERO LIEVITI
      3° Settimana ZERO FARINE RAFFINATE (quindi solo cerali integrali, riso, kamut, quinoa, amaranto, farro eccc…)

      4°Settimana, sentirà i miglioramenti dovuti alla disintossicazione intestinale. A seconda degli effetti che la dieta avrà avuto potrà decidere se eliminare per sempre alcuni gruppi di questi alimenti, o anche tutti! 🙂 Mangiandoli magari saltuarimente nelle occasioni speciali ma eliminandoli dalle abigtudini di vita quotidiana.

      Durante queste quattro settimane ma non solo, io le consiglio di bere tutte le mattine un bicchiere di acqua calda e limone spremuto (1limone) un po’ prima di colazione, per disinfiammare e fare la “doccia intestinale”.

      Le sconsiglio vivamente di usare lassativi chimici, ma anche fitoterapici irritanti come senna, frangula, cassia che creano dipendenza.
      Alla fine della cura con ENTERELLE, BIFISELLE E RAMNOSELLE, le consiglio 1 settimana di stop e poi l’assunzione di AXIDOPHILUS della PEGASO, fermento regolazrizzatore, mangaire molta frutta fresca e verdura e BERE MOLTO durante la giornata, acqua fresca! (Non bibite gassate o dolcificate)

      Spero di esserle stata utile.
      Cordiali saluti

  2. Salve, soffro di colon irritabile da quasi 4 anni e i suoi consigli su come curare effettivamente il colon irritabile e non semplicemente ridurne i sintomi mi sono piaciuti molto.
    Volevo chiederle, riguardo ai disinfimmanti naturali, devono essere assunti contemporaneamente o alternati?
    Volevo inoltre chiederle un consiglio, perché sembrerebbe in collegamento al colon irritabile, nell’ultimo anno soffro di una leggera depressione e mi sono stati consigliati la Griffonia e la Rhodiola, sono efficaci a suo parere?
    Grazie.

    • Buonasera, mi fa piacere che trovi interessanti i miei consigli.
      Inizierei con il succo di Aloe, l’alimentazione controllata e i fermenti lattici.
      Proseguirei con Angelica, Brswelia e limone, quest’ultimo consiglio di mantenerlo per SEMPRE. (Tranne quando si usa l’aloe)
      Anche le capsule di curcuma e cannella, disinfettanti intestinali possono essere utili, assunte periodicamnete durante l’anno, io consiglio sempre quelle della LONG-LIFE.

      Riguardo alla Griffonia e alla Rodiola, sì, sono indicate come regolarizzanti umorali, potrà usarle tranquillamente! 🙂

      Cordiali saluti.

  3. Appena mangio faccio la diarrea, con dolori addominali atroci.Ho provato di tutto, ma periodicamente il problema si ripresenta. Ora sto assumendo fermenti e Colpancia, un prodotto che contine Boswelia e Carciofo. Volevo sapere se il limone con l’acqua calda al mattino può fare bene anche a me o solo a chi è stitico? Grazie.

    • Il limone va benissimo in entrambe i casi….provi a fare la cura dei 7 limoni invece di solo il limone caldo al mattino e come fermenti utilizzi AXIBOULARDI della Pegaso che p a base di Saccharomices! Infatti, si ricordi che non tutti i fermenti sono indicati in caso di coliche e diarrea, in quanto alcuni hanno un potere regolarizzante intestinale quindi potrebbero incentivare il suo problema!

      Cordiali saluti

  4. salve vorrei chiedere, il lievito di birra è compatibile 0 associabile con i fermenti lattici indicati nella Sua guida curativa del colon. La ringrazio

  5. salve e complimenti per il blog. Io soffro di colon irritabile da ormai 5 anni e purtroppo si ripercuote parecchio sulla mia vita sociale, praticamente non vado da nessuna parte se non sò che ho un bagno a disposizione. Si verificano spesso stati d’ansia che mi portano inevitabilmente a scariche diarroiche. Volevo seguire i suoi consigli ed a parte l’aloe che leggevo da prendere 3 volte al di, i fermenti come vanno presi? tutti e tre al giorno o suddivisi? grazie

  6. buongiorno
    sto assumendo ,in seguito a ripetuti episodi di colon irritabile negli ultimi mesi, questi fermenti: per ora ho fatto 1 scatola di Enterelle, ora sto iniziando Bifidelle e poi seguirò con Ramnoselle.
    Per alleviare i sintomi sopratutto di dolori addominali e coliche quando mangio, sto prendendo anche Relax Col dopo i pasti.
    Volevo sapere
    1) posso continuare a prendere relax col o interagisce con i fermenti sopra?
    2) una volta terminato il ciclo Enterelle/ Bifidelle/ Ramnoselle ci sono dei “fermenti di mantenimento” diciamo? (visto poi che settembre / ottobre è il periodo pure delle gastroenteriti! )
    3) esattamente a quali livelli agiscono i tre diversi tipi di fermenti (curiosità)
    grazie mille per le sue risposte e i suoi consigli

  7. Sono affetta da una grave forma di diarrea ormai quotidiana.ho fatto tuti gli esami e cure, anche quelle da lei consigliate, ma i risultati sono nulli. Trovo i suoi interventi molto interessanti può aiutarmi?

    • Buongiorno, io le consiglierei di assumere per un tempo indefinito (almeno 3 mesi) fermenti AXIBOULARDI della Pegaso.
      Le consiglio inoltre di eliminare il caffè e di effettuare un test delle intolleranze alimentari per verificare se possa essere portato da quelle..

      Accorgimenti nella sua alimentazione poterebbero essere di aiuto ma non conosco le sue abitudini alimentari.
      In ogni caso delle buone regole sono:
      -elimare il caffè
      -diminuire qualsiasi alimento conservato che possa contenere additivi di qualsiasi genere (merendine, biscotti ecc..)
      -diminuire la verdura che porta fermentazione e i legumi
      -bere molto per reidratare il corpo in modo naturale
      -diminuire i latticini (eliminare il latte vaccino)
      -eliminare gli alcolici (almeno per un periodo di 3 mesi)
      -bere molte tisane a base di spezie come cannella, chiodi di garofano, cumino, finocchio, anice per disinfettare in modo naturale l’intestino
      -bere tutti i gg un bicchiere di acqua con un limone fresco spremuto dentro possibilmente a stomaco vuoto (lontano dal pasto)

      cordiali saluti

    • Salve , soffro di colite e colon irritato , sono 4 mesi che mi porto avanti questa situazione , e mi sono uscite anche le emorroidi , sono in cura da un Gastrinterologo che facendomi fare tutti gli esami da lei richiesti non è emerso nulla , quindi diagnosi Colite Nervosa , è un incubo le mie giornate sono sempre nel pensare a questa cosa non so più come risolverla , il dottore mi ha scritto anche fermenti lattici che migliorando la cosa ma non la portata a termine , ho gonfiori addominali , sensazione di mancato svuotamento che mi perseguita tutti i giorni , emorroidi interni , no diarrea , dolori alternati al basso ventre e basso schiena , vorrei provare questa terapia con acqua e limone , che ne pensa ?

      • Si può aiutarla sicuramente bere un limone spremuto in acqua calda al mattino a digiuno, anche due limoni, non arriverei a 7 nel suo caso.
        le consiglio di provare COLILEN dell’Aboca. Prodotto molto valido, associato ad una buona cura con probiotici, ADOMELLE e ENTERELLE della BROMATECH protrebbero fare a suo caso.

        Cordiali saluti

  8. Buon giorno
    io soffro da anni dalla sindrome del colon irritabile. Ho fatto test intolleranze:
    INTOLLERANTE AL LATTOSIO
    con il Natrix test sono risultata positiva al 100% al:
    LATTE E DERIVATI / ALBUME D’UOVO
    Da 3 mesi sto escludendo dalla dieta i cibi a cui sono intollerante anche se mangiando spesso fuori non è sempre possibile. Evito cibi preparati, merendine, dolci, cioccolato, caffe, the, bibite.
    Questa è la mia dieta:
    Mattino: Rooibos con 1 limone spremuto e 2 cucchiani di zucchero di canna integrale (a volte assumo dei biscotti senza conservanti oppure gallette con 1 velo di marmellata naturale senza zuccheri)
    Pranzo: Riso o miglio o pasta senza glutine (sono sensibilizzante al glutine) all’olio + verdure (finocchi, zucchine,pure con latte vegetale, carote, piselli decorticati, lenticchie rosse decorticate) a volte salto il riso e mangio un petto di tacchino con le verdure. Qualche volta tisana con zenzero e limone.
    Spuntino: se ho tempo una mela senza buccia
    Sera: petto di tacchino o bistecca carne rossa + verdure o hamburger vegana con verdure o lenticchie.
    Tisana (finocchio, zenzero + limone, camomilla o altre digestive)
    Sto assumendo 2 fermenti al mattino + 2 fermenti la sera NATURAFLORA PLUS (ErbaViva) e 450 mg di Curcuma titolata al 95% ogni giorno.
    Purtroppo ho alti e bassi e non so se va bene quello che sto assumendo oppure se devo cambiare qualcosa.
    Potrebbe aiutarmi.
    Grazie e cordiali saluti

  9. Buon giorno dottore. Soffro da molti anni di colon irritabile con diverticoli fatta la colon scopia mi anno asportato un polipo peduncolo sono molto attenta al.alimentazione e ora sto prendendo 1 COMPRESSA dopo colazione diAdomelle 1 capsula di Vitamina c plus Solgar da 500 a metà mattino dopo cena una compressa di policol 1000riso rosso fermentato per il colesterolo (220) alle 23 prendo una bustina di clin4000 per aiutarmi con l intestino .Le chiedo cortesemente se queste terapie vanno bene e se mi puo^ dare qualche consiglio in piu^. Grazie per la sua attenzione e cortesia.Aspetto una sua risposta B.lavoro

  10. Buonasera,
    volevo complimentarmi per gli ottimi consigli descritti ed inoltre Le volevo chiedere una delucidazione: Sono anni che soffro a mesi alterni di intestino irritabile, in passato e’ stata diagnosticata anche Candida Albicans, ma gli ultimi mesi sono altalenanti, ho potuto constatare che quando l’intestino e’ un po irritato, e mangio la pizza il sabato, mi sono accorto che la notte ho forti spasmi con diarrea, ma questo mi sta capitando con la pizza specialmente, ora sto riprovando a fare il ciclo della Bromatech ed al mattino il succo di limone, ora Le chiedo se magari fosse il caso di effettuare un test x la sensibilita’ al lievito o mi consigli Lei cosa potrei fare, grazie.

    • Salve, aimè la pizza è uno degli alimenti più sbagliati che possa esistere. Allora, specialmente se cotta nel forno a legna che raggiunge temperature altissime e quindi contenendo carboidrati, questi ultimi se esposti ad alte temperature producono acrilammide che innanzi tutto è dannosa per il nostro organismo. Inoltre contiene insieme: farina il più delle volte bianca e raffinata, glutine, formaggio e lievito! Poi può avere salumi ecc… Una bomba dannosa per il nostro intestino che sviluppa gas per il lavoro dei batteri digestivi, si gonfia e spesso incapace di digerirla e assimilarla (per fortuna) correttamente, si sfoga andando di dissenteria e si infiamma.
      Quindi il primo consiglio che le dò, a maggior ragione se soffre di candida, la pizza è da evitare!! Allora, un pezzetto di pizza ad un aperitivo, o una focaccia a colazione una volta ogni tanto non succede nulla, ma la pizza del sabato sera magari accompagnata da vino o ancor peggio birra e un bel dolce di fine pasto è l’errore peggiore che si possa fare per la salute dell’intestino, ma non solo…dell’intero organismo.

      Aggiunga alla sua cura con la BROMATECH il succo di aloe puro, da bere tre volte al dì..come leggerà sulla confezione.

      Effettui una depurazione per circa 10gg a base di verdure croccanti, (cioè crude) e frutta a tutti i pasti tranne la colazione. Accompagnate da un secondo a base di carne, pesce, uova o formaggi freschi, oppure un primo di creali integrali. Eviti farine raffinate, di tutti i tipi.
      A colazione 1frutto e yogurt intero, fette biscottate con miele, un tè se si vuole. Spuntini con frutta secca.

      NO DOLCIFICANTI, ALCOOL O BIBITE ZUCCHERINE GASSATE.

      cordiali saluti

  11. buongiorno le faccio i miei complimenti per la sua competenza e professionalità.
    le spiego in breve. soffro da quando avevo 9 anni di colon irritabile adesso ne ho 31 e non riesco a trovare un via d’uscita. ogni giorno meteorismo, sopratutto al pomeriggio sera, spesso costipazione, e dolori addominali.
    unica cosa che mi fa stare bene è stato quando ho fatto dei cicli di antibiotici di Augumentin per altri problemi. sono state le migliori settimane della mia vita quelle sotto il suddetto antibiotico. evacuazione con feci perfette e frequenti e nessun meteorismo.( nessuno a saputo spiegarmi il perché) la farmacista mi disse che avevo infezione all’intestino e ho fatto una super cura di Normix ma inutile.
    ho fatto il test per la Sibo e per intolleranze al lattosio; ma risultati negativi.
    so che ci sono alimenti che mi danno più fastidiodi altri, cone pasta pane o latte e frutta, ma non riesco a curarmi da stare bene almeno una settimana di fila e praticamente ho ridotto la mia dieta giornaliera a pochissimi alimenti e pochissime verdure. la mattina prendo da 5 mesi lo psyllo mi aiuta con a non avere diarrea almeno…
    cosa mi consiglia di fare? la prego di darmi un suo parere.
    grazie in anticipo.

    • Il fatto che lei abbia riscontrato beneficio nell’uso dell’antibiotico mi fa pensare che il suo colon irritabile sia dovuto alla presenza di diverticoli intestinali. (Le consiglio di leggere questo articolo: http://www.essenzialmentenaturale.it/?s=diverticoli&submit=Cerca)

      Il ristagno di feci e batteri in queste sacche che si formano nell’intestino da tutti i sintomi del colon irritabile…quindi è facilmente scambiabile…tuttavia il miglioramento con gli antibiotici sta a significare che una terapia “disinfettante” a livello del suo intestino è stata benefica perchè proliferavano ceppi batteri patogeni.L’antibiotico ha ucciso si la sua flora buona ma anche la cattiva risedente nei diverticoli, facendo in modo che lei si sentisse meglio.
      Chi soffre di diverticoli infatti due o tre volte l’anno deve effettua cicli con antibiotici specifici (definiti anche antisettici intestinali).

      Le consiglio di chiedere al suo medico della mutua di prescriverle esami diagnostici precisi per la ricerca dei diverticoli (ecografia addominale ecc..), una volta effettuati gli esami, sarà il medico a prescriverle il disinfettante intestinale e a consigliarle una dieta e delle abitudini di vita adatte al suo problema.

      Nel frattempo le consiglio di leggere l’articolo che le ho suggerito sopra, che trova appunto sul blog!

      Cordiali saluti

      • grazie mille davvero per la sua risposta mi ha aiutato tantissimo che non può immaginare. nessun dottore mi aveva mai parlato di diverticoli. Anzi nessuno a mai preso sul serio il fatto che stessi meglio con gli antibiotici. Domani vado aspettando farmi prescrivere l’ecografia. Intanto iniziamo da li poi vedremo se risulta qualcosa. La ringrazio ancora moltissimo, le farò sapere i risultati.

  12. Buongiorno, sono un ragazzo di 24 anni che soffre da quasi un anno di sindrome del colon irritabile. Sto già assumendo al mattino a digiuno e la sera prima di dormine 50 ml di succo puro di aloe vera. Volevo chiederle se è possibile assumere anche la bevanda di acqua calda e limone al mattino contemporaneamente oppure se devo aspettare un po prima di berla. Grazie in anticipo per la sua disponibilità.

  13. Buongiorno! Grazie per gli utili consigli che proverò a mettere in pratica, insieme ad una dieta consona. Ho solo alcune domande da fare: i prodotti elencati (Enterelle, Ramnoselle e Bifiselle, succo di Aloe vera, ecc) si trovano in farmacia o in erboristeria o eventualmente anche online? Come succo di Aloe vera ha una marca specifica da consigliarmi? Grazie!!

      • Grazie mille per la risposta! Il succo di Aloe vera va bevuto a digiuno o a stomaco pieno? Sto già bevendo acqua e limone tutte le mattine a digiuno come da lei consigliato, vorrei aggiungere anche il succo di Aloe vera ma non so in che momenti della giornata inserirlo. Consideri che lavoro e da quel che ho capito, il succo di Aloe va conservato in frigo (che non ho in ufficio) una volta aperto. Per “comodità” lo berrei dopo pranzo e la sera dopo cena, momenti in cui sono a casa e con il succo di Aloe a disposizione in frigo. Può andare bene?
        Grazie ancora!

  14. Ciao io ho la candida la colite e in più già della mattina intestino gonfio perché ho fatto una clisma puoi dopo mezzo ora ho mangiato puoi avevo dolori di testa per 4 giorni ma il gonfiore c’è ancora al intestino e avevo anche prima per culpa si candida e colite ma dopo che mangiavo e bevevo però no subito appena alzata da letto come adesso dopo la clisma che ho mangiato subito dopo lei aspetto risposta grazie mille

  15. Buongiorno blog molto interessante grazie mille 🙂 Io soffro di colon irritabile e gonfiori spropositati da sembrare incinta, da quando sono diventata vegana e subito dopo aver partorito .. Ho fatto i test e non ho delle gravi intolleranze .. Ho un nodo al colon che al tatto fa molto male, cosa mi consiglia ?
    Grazie per i suoi consigli

  16. Buongiorno le volevo chiedere un cosiglio da un anno soffro a cicli di diarrea fatta colonscopia con biopsia negativa,ultimamente o anche delle coliche esame delle feci negative pero’ ho parecchio muco nelle feci, un gastroenterologo mi ha dato asagol poi flagyl poi clipper insieme a dei fermenti senza risultati, ne ho sentito un’altro che mi ha tolto tutte le medicine dell’altro gastroenterologo e mi ha dato solo spasmomen somatico e enterolactis plus all’inizio sembrava un po’ meglio ma adesso sono da capo, fatto test celiachia negativo
    mi puo’ dare qualche consiglio su cosa possa soffrire?

  17. In breve due anni fa circa ho iniziato a gonfiarmi nella parte alta dell’addome, pur con alvo regolare. Premetto che avevo da anni un’alimentazione prevalentemente vegetariana mangiando carne bianca una o due volte a settimana, quasi del tutto eliminate la farina e lieviti e solo il mattino zucchero di canna nell’orzo. Era il mese di luglio del 2015 e ricordo benissimo che presi un integratore da banco per sostenermi un po’ visto che soffro da 10 anni di sindrome da fatica cronica post ebv, molto migliorata con rimedi omeopatici. Il prodotto era il Bioimmunas e dopo un mese che lo prendevo iniziai a sentire gonfiori addominali mai avuti, al che lo smisi ma i gonfiori continuarono, nelle pastiglie era presente saccaromices cervisiae, lievito di birra ma mi era sfuggito, sperai che smettendo di prenderlo la situazione tornasse alla normalità ma nn fu così, anzi dovetti diminuire le verdure perché mi gonfiavo in maniera abnorme.

    Feci visita dal gastroenterologo e mi fece fare analisi per la celiachia negative e il sangue occulto feci che fu negtivo, eco addome bene per tutti gli organi ma si evidenziava quella palla di gonfiore e io sentivo una tensione vicino all’omelico a sinistra. Presi fermenti lattici, di vario tipo anche bromatech ma senza risultati intanto non sapevo più cosa mangiare… nell aprile 2017 iniziai ad avere coliche penso sul colon che si risolsero con spasmomen e tisana di malva e semi di lino. ho sempre avuto feci normali ma iniziai a sentire dolore oltre che gonfiore all’addome. Dolore sempre dalla parte sinistra del ventre tanto che la notte non riesco più a dormire prona o di fianco ma solo a pancia sopra. Cambiai gastroenterologo e questo mi fece fare esami di vario tipo, parassitologico, qualitativo, elicobacter, giardia, candida, saccaromices, sangue occulto di nuovo, ma gli esami erano di nuovo tutti negativi, mi ha prescritto enzimi e fermenti zircombi che non mi hanno fatto proprio nulla, e la colonscopia che ancora non ho fatto, chè io pavento perché ritengo un esame troppo invasivo.

    Premetto che alcune mesi fa ho fatto il test EAV e sono risuonata positiva per la giardia e altri parassiti ma facendo l’antigene era tutto negativo, nonostante ciò ho preso 5 giorni di flagil e 5 giorni di vermox e in quei 5 giorni ero meno gonfia solo che io sono altamente intollerante ai farmaci e ho avuto effetti collaterali brutti vomito e mal di testa vertigini, che dovetti sospendere il farmaco. A seguito ho avuto una cistite e ho dovuto prendere un disinfettante urinario… Dopo le ultime coliche ho anche bocca secca tanto che la notte mi sveglio con la gola che fa male e la lingua che non si stacca dal palato una sensazione orrenda e ho iniziato ad avere bruciore all’ano e rossore esterno come se la pelle fosse cotta dall’infiammazione. Li il mio medico mi ha dato 6 giorni di Normix e un pochino miglioravo per poi tornare a gonfiore e dolore.

    Di mia idea ho fatto un esame il disbio test e sono risultata positiva alla disbiosi del tenue, grave, mentre nel colon non risulta disbiosi.

    Ora sto prendendo aloe mattina e sera, mi nutro solo di riso scondito e poca carne al vapore e non oso mangiare verdura perché mi provoca coliche e gonfiore insopportabili. Come pure la frutta.

    Quindi un quadro che sta peggiorando e non so come arrestare. Prima di fare la colonscopia che tanto pavento volevo sentire il suo parere. La ringrazio se vorrà rispondere

  18. Buongiorno, innanzitutto grazie perchè leggo sempre con interesse i Suoi suggerimenti che ho trovato in più di un’occasione molto efficaci. Volevo chiederle se in quale percentuale è meglio che siano titolate le capsule di Boswelia serrata e, a questo punto, qual è o quali sono le marche più indicate secondo Lei. Grazie ancora

  19. Dimenticavo (mi scuso)….i cicli di fermenti (compreso Adomelle) come vanno fatti? una scatola di Enterelle, a seguire una scatola di Ramnoselle e poi 1 di Bifiselle (e, quindi, se non ho visto male….6 gg+15gg+15gg ) e nel frattempo 15 gg di Adomelle a mesi alterni (quindi 15 gg poi una pausa di un mese e mezzo e poi di nuovo)? grazie ancora

    • Enterelle, poi Bifiselle e infine Ramnoselle.
      Finita la cura base può iniziare la terapia specifica con Adomelle.
      Ha riscontrato buoni risultati per il colon irritabile anche COLILEN IBS dell’Aboca…dispositivo medico apposta per lenire le irritazioni intestinali…da assumere almeno per 30/40gg di seguito.

  20. Buon giorno,
    Mi sto curando da maggio per una astenia da ansia e stress di carico lavorativo, tramite integratori e Ozonoterapia.
    L’unica cosa che gli integratori usati per 3 mesi probabilmente mi hanno irritato il colon.
    Premetto ho sindrome Gilbert e sono stato operato di colecisti nel 2011.
    Quindi gonfiore, crampi, stipsi, dolore addominale lato alto destro sempre nella zona dove sono stato operato da circa un mese e mezzo.
    Integratori sospesi.
    Sto facendo cura data da un mio gastroenterologo con cordyceps, Rhodiola Rosea, e gocce omeopatiche R14 e R37.
    Va un po’ meglio ma il dolore al lato destro alto rimane da sfiammare.
    Eventualmente per lenire i dolori e sfiammare cosa mi consiglia?

    • Provi COLILEN IBS dell’Aboca 6 pastiglie al giorno (2×3, mattino-pomeriggio-sera) come indica anche la confezione. Dopo il primo mese se va meglio può ridurre a 4 al dì (2×2, mattino-sera). Utilizzo per un minimo di 6 settimane ad un massimo di 3 mesi, fatto a cicli durante l’anno. Utilizzi un buon probiotico come per esempio BENEFLOR della Santiveri,(di solito si trova in erboristeria o parafarmacia) che associa lactobacillus axidophilus a saccharomices insieme anche a piante che prevengono i gonfiori addominali, e aiutano la digestione.Se non dovesse trovarlo, un semplice Prolife enzimi potrebbe sostituirlo. Presti attenzione all’alimentazione, evitando il più possibile in questo periodo alimenti che portano fermentazione. (verdure a foglia verde, crucifere, frutta dopo il pasto e farine integrali) NO USI LASSATIVI!
      Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *