BALSAMO NUTRIENTE MANI-LABBRA

FacebookTwitterGoogle+Condividi

b7bc4656f837693cb5a72ac03eba1d24Oggi posto per voi una ricetta veloce per le vostre mani e le vostre labbra, e perchè no, anche le vostre unghie messe a dura prova dalle rigide temperature. 🙂

Questa ricetta di cosmesi artigianale, è facile e veloce, alla portata di tutti, anche coloro che sono alle prima armi. Questo balsamo, ammorbidisce naturalmente la vostra pelle, la ripara dal freddo mantenendola morbida e idratata a lungo grazie alla vitamina E e agli altri ingredienti di origine naturale. Se applicato sulle unghie, magari la sera prima di dormire, le rinforzerà e le nutrirà e grazie alla presenza del burro di karitè permetterà alle cuticole di ammorbidirsi, facilitando la manicure del giorno successivo.

Ingredienti:

  • 40g di burro di Karitè
  • 5g di miele millefiori
  • 5g di Tocoferolo (vitE)
  • 5g di olio di Argan
  • 5 gtt di olio ess di limone
  • 5gtt di olio ess di arancio dolce
  1. Scaldare a bagno maria burro di Karitè e miele facendoli sciogliere bene e mescolando accuratamente per emulsionarli. Quando il burro sarà sciolto completamente (non ci vorrà molto)  togliere dal fuoco ed aggiungere il Tocoferolo, avendo cura di mescolare ancora.
  2. Continuando a mescolare, aggiungere olio di Argan e gli olii essenziali, fino a completo raffreddamento. Man mano che il composto si raffredda, diventerà di una consistenza densa e burrosa.
  3. A questo punto il vostro composto è pronto: riempire piccoli contenitori di vetro, ben puliti e chiuderli con un tappo a vite.
  4. Lasciato riposare, il balsamo si addenserà sempre di più fino a raggiungere la consistenza giusta di solito in 24h.

balsamo-labbra

Avete preparato il vostro balsamo labbra-mani-unghie per l’inverno!

Usatelo fin da subito…vedrete che risultati!!!

Grazie alla fragranza fresca ed agrumata è anche un ottimo regalo fai-da-te per amici e parenti attenti alla cura del proprio corpo ma anche all’ambiente, vista la presenza di ingredienti di origine naturale! 🙂 Farete un’ottima figura…

PS: ottimo anche su cicatrici lievi e piccole scottature.

baci baci a presto

 

La zucca: il colore dell’autunno! :)

 

proprieta-zuccaBuongiorno a tutti, in questo weekend uggioso e tipicamente autunnale, voglio parlarvi di questo ortaggio speciale: la zucca. Io la amo, e la zucca visto il suo particolare gusto dolciastro o si ama o si odia! E’ appena passato Halloween e chi di voi non si è divertito ad intagliare una bella zucca ? La zucca caratterizza questo periodo dell’anno sia dal punto di vista “estetico” come oggetto per addobbare vetrine e giocare con i più piccoli, sia dal punto di vista alimentare, rappresentando un vero e proprio jolly in cucina! Con la zucca si possono infatti creare ricette di tutti i gusti, sia dolci (grazie al sapore dolciastro) che salate, portando sulla tavola piatti sfiziosi e super colorati!

Prima fra tutte la vellutata di zucca, alimento riscaldante e tipicamente autunnale: con zucca, carote e patate tutte lesse per bene e poi frullate insieme fino a creare una crema soffice e gustosa. Un pizzico di sale, un pò di curcuma e una manciata di pepe nero per darle un pò di sapore piccante e il piatto è pronto! Non dimenticate di condire con olio di oliva per assorbire bene tutti i carotenoidi e perchè no, una bella spolverata di parmigiano reggiano! Gnam Gnam!:) Ma la zucca non è solo vellutata! Cuocendola in forno, si possono fare i tortelli di zucca, oppure gli gnocchi di zucca molto più leggeri di quelli di patate, o ancora la zucca al forno con il gorgonzola! Per una cena tra amici, si può preparare il risotto alla zucca, con un soffritto di porri, impiattando con della pancetta o speak croccante!… E perchè non fare delle lasagne di zucca, leggere e nutrienti allo stesso tempo? pancakes-zucca-ricetta-halloween Non dimentichiamo però che essendo dolce, si presta bene anche a ricette di dolci leggere, come la torta margherita alla zucca, i pancake alla zucca e i muffins di zucca e cioccolato fondente! La zucca inoltre, per chi già non lo sapesse è un alimento amico della linea, possiede infatti poche calorie (solo 18kcal per 100g), ha un basso indice glicemico e contiene tantissime vitamine e minerali! Adatto quindi per tutti, dai più piccoli fino agli anziani e anche per coloro che soffrono di diabete! Gli impieghi della zucca non si limitano a tutto questo, può essere infatti utilizzata anche in ambito cosmetico per produrre ricette casalinghe amiche della pelle! Si possono preparare con la polpa semplici maschere per il viso estemporanee, idratanti e lenitive per pelli secche o delicate e a seconda delle esigenze si può mescolare la polpa con olio di semi di lino spremuto a freddo ad attività idratante oppure con un cucchiaio di miele per avere un’attività lenitiva ed anti-arrossamento anche in caso di scottature!

 

foto-29-06-14-16-28-10Pulendo la zucca si possono inoltre conservare i semi, se si ha un po di pazienza, e utilizzarli per diversi scopi…i semi di zucca confezionati constano parecchio, ma in questo modo risparmiamo perchè li troviamo dentro la zucca! Possiamo usarli dentro lo yogurt o nelle insalate, come spezzafame salutare da sostituire ai classici snack confezionati.Una curiosità sui semi di zucca è che contengono elevati livelli di triptofano, un aminoacido precursore della serotonina, che contribuisce ad assicurarci non soltanto di vivere le nostre giornate all’insegna del buonumore, ma anche ad aiutarci a godere di un buon riposo nelle ore notturne, in modo da recuperare tutte le energie necessarie per affrontare gli impegni della giornata seguente. Per questo è ideale consumarli al pomeriggio come merenda! Tra altri  componenti nutritivi presenti nei semi di zucca vi è il magnesio, un elemento che contribuisce a regalare al nostro organismo  dando anch’esso una sensazione di relax. Contengono inoltre acidi grassi essenziali omega3, elementi come lo zinco e il ferro, utili quindi anche per le donne in gravidanza! I semi di zucca sono ricchi di fibre vegetali da inserire nella nostra alimentazione affinché il nostro intestino possa funzionare in maniera regolare, per questo sono un’ottima accoppiata con lo yogurt!! 🙂

Insomma, della zucca non si butta proprio nulla! Ottimo pasto invernale, colorato e saporito provatela in cucina e in cosmetica e vedrete che non ne rimarrete delusi!! 🙂

Cellulite: la circolazione che parla.

5-esercizi-di-ginnastica-contro-la-cellulite_a51662cdb5ff4f74611667af60954c45Chi di noi non ha un po’ di cellulite? Anche la più magra e la più bella delle ragazze ha un pizzico di cellulite, perchè la cellulite è donna, è ormoni, è mamma, è fertilità! Quindi davanti a qualche buchetto niente panico, la cellulite ci fa preoccupare quando è molta, visibile ad occhio nudo in abbondanza e dolorosa al tatto, magari accompagnata da sovrappeso. Ne ho già parlato altre volte quindi già sapete che si tratta di un infiammazione dei tessuti, dovuta però per lo più da una cattiva circolazione. E’ inutile quindi cercare di eliminare la cellulite senza andare alla causa del problema, ossia la circolazione affaticata!

Per questo un buon programma anticellulite si articola in quattro mosse vincenti!

1) Curare l’alimentazione, facendo attenzione ad introdurre frutta fresca e  drenante, come ananas, melone, anguria, specia a stomaco vuoto, diminuire alimenti incriminanti come fritti, insaccati, salumi e farinacei raffinati e sale.

2) Curare la circolazione con integratori fitoterapici che contengano il “tris sgonfia gambe” : rusco, meliloto e bromelina per stimolare il drenaggio linfatico e prevenire ma anche contrastare l’accumulo dei liquidi, oltre a disinfiammare i tessuti grazie all’azione della bromelina.

trattamenti-anticellulite_640x480

3) Effettuare trattamenti estetici mirati: massaggi e fanghi, o anche bendaggi freddi che possono essere prepararti anche in casa per chi non ha le possibilità di andare dall’estetista. I fanghi possono essere prepararti con argilla verde, acqua un cucchino di olio di iperico e 20gtt di olii essenziali anticellulite come rosmarino, origano, menta piperita, arancio dolce, cipresso, pompelmo. Rendere ben omogeneo l’impasto e applicarlo 3 volte alla settimana per le prime 2 settimane, poi 2 volte alla settimana per tutta l’estate. Riguardo ai massaggi è possbile anche qui effettuarli da soli, la sera ritagliandosi un momento di tranquillità, con olio o unguneto rimodellante prepararo da voi, con ingredienti simili ai fanghi. Per essere efficace l’automassaggio deve essere di almeno 15minuti e va ripetuto tutte le sere o a sere alterne.

4) Usare dei drenanti e depurativi fitoterapici,  a base di betulla, pilosella, gramiglia, tarassaco, bardana, tè verde, ecc…. in commercio ne esistono tantissimi, scegliete voi, o fatevi consigliare dal vostro farmacista quello più adatto alle vostre esigenze! 🙂

Un’estate con queste 4 mosse vi farà essere liberi dalla cellulite, sentire in forma e in salute, ma sopratutto bene con voi stessi!

Parola di essenzialmente naturale ^_-

 

 

Olio essenziale di pompelmo: mille proprietà per la salute e la bellezza!

Bottles of Spa essential oils for aromatherapyIl pompelmo come gli altri agrumi è ricco di proprietà e benefici per la salute ma anche per la bellezza dell’uomo, così che l’utilizzo del suo olio essenziale può risultare utile per diverse necessità che possiamo incontrare  nella vita di tutti i giorni!

Per la bellezza di pelle e capelli:

  • come rinfrescante per eritemi, dermatiti, psioriasi o scottatute: 15gtt in 15ml di acqua depurata e 10ml di olio di calendula, sbattere bene per formare l’emulsione ed vaporizzare a piacere uslle zone interessate.
  • come olio da massaggio: 50gtt in 100ml, emulsionare bene ed utilizzare come olio da massaggio per zone critiche e soggette ad adiposità (gambe e glutei)
  • per la salute dei capelli: 15gtt nella dose dello shampoo o 100gtt nella botiglietta dello shampoo, lasciare agire almeno due minuti frizionando bene sul cuoio capelluto. Nel caso di forfora preparare una lozione da usare due volte a settimana, fino alla scomparssa dei sintomi, a base di aceto 100ml, 25gtt di o.e. pompelmo, 25gtt di olio essenziale di menta e acqua depurata q.b. da vaporizzare sul cuoio capelluto, lasciare a gire e sciacquare con acqua fresca.
  • per ammorbidire i calli e disinfettare piedi e unghie, aggiungere 50gtt a due cucchiai di sale grosso integrale, fare pediluvio per 10 minuti.

Woman Eating Grapefruit

Per la salute:

  • come disinfettante delle vie aeree superiori, in caso di raffreddore e sinusite: 5gtt nella pentola di acqua bollente con sale o bicarbonato, lasciare agire respirando i vapori e girando l’acquq di tanto in tanto. Alla fine del trattamento soffiare bene il naso. In caso di raffreddori ricorrenti o sinusite è consigliato anche l’uso dell’estratto in via orale.
  • contro vaginiti e candida da aggiunfere al detergente intimo insieme al tea treeoil oppure per la preparazione di lavande artigianali 5 gtt in 250ml di acqua tiepida effettuare la lavanda mattino e sera fino alla scomparsa dei sintomi. Per candida più grave, bagnare un tampone con la soluzione e inserire in vagina lsciando agire 5ore circa.
  • Per trattare le unghie inspessite o rovinate preparare un olio a base di 15% di semi di pompelmo e 15 di tea tree oil in olio di oliva, spennellare tutti i gg preferibilmente la sera. Nei casi puù gravi di micosi, utilizzare olio essenziale puro sull’unghia una goccia tutti i gg.
  • contro le puntitre di insetto, zecche e pulci nei nostri amici pelosi o zanzare o ragni nell’uomo utilizzare olio di calendula 100ml con 25gtt di o.e. di pompelmo.
  • contro gengiviti, tartaro e alito cattivo 15gtt in un bocchiere di acqua ed effettuare gargarismi più volte al giorno. Possibile mettere anche una goccia direttamente sul dentrificio una volta sullo spazzolino e lavarsi i denti.
  • Contro l’herpes una goccia di o.e. puro sulla bolla non ancora secca almeno due volte al giorno.

Avete visto quanti utilizzi si possono fare con olio essenziale di semi di pomepelmo? 🙂

Sconsiglio personalmente l’ingestione di  olio essenziale di semi di pompelmo perchè verrebbero ingeriti anche tossici additivi chimici utilizzati per l’estrazione.

ATTENZIONE!!!

L’Apigenina contenuta nel pompelmo sia fresco che nell’estratto, inibisce il citocromo P450 responsabile del metabolismo di gran parte di farmaci, alcool e anche alcuni alimenti, l’uso concomitante di integratori a base di semi di pompelmo o l’assunzione del frutto fresco ed altri farmaci non è quindi consigliabile!!!

NOTA BENE:  non è vero che o.e di pompelmo fa dimagrire, a fare dimagrire è la polpa del frutto fresco perchè ricca di peptina che riduce assorbimento di grassi e carboidrati quindi consigliabile durante una dieta mangiare uno o due pompelmi al giorno ma attenzione alle interferenze sopra descritte!!

BELLI, PROFUMATI E LUCENTI!

Capelli+grassi

Ciao ragazze, stasera voglio parlarvi di capelli grassi! Io prendo sempre spunto dalle vostre richieste per scrivere nuovi articoli che possano essere di interesse comune! Proprio oggi una ragazza con problemi di cute grassa mi ha chiesto qualche consiglio naturale per eliminare l’untuosità dal cuoio capelluto e rendere i capelli più forti e lucenti!
Vi illustrerò quindi brevemente qualche rimedio naturale, che potrete facilmente reperire in erboristeria o parafarmacia e che vi aiuti riguardo a questo problema!

1) Curarsi dall’interno:  Innanzi tutto consiglio a tutte voi che soffrono di cute e cuoio capelluto grasso, untuoso o con forfora di curarsi dall’interno, utilizzando un integratore che aiuti ad alcalinizzare l’organismo (RegoBasic, GunaBasic, Basenpulver ecc…) oppure effettuare la dieta dei 7 limoni, sempre per lo stesso scopo. In seguito, assumere estratto secco di bardana in cps per almeno 3 mesi.

2) Aceto di mele: utilizzato come ultimo risciacquo, ha proprietà sgrassanti e detergenti delicate, aiuta a purificare i capelli rendendoli anche morbidi e lucenti.

3) Limone: Succo di limone applicato direttamente sul cuoio capelluto prima dello shampoo, massaggiare bene, soprattutto nelle zone più critiche, lasciare agire qualche minuto e poi procedere al lavaggio abituale.

timthumb.php4) Argilla: preparare una maschera casailga a base di argilla verde polvere, aceto di mele e acqua. Amalgamare tutto per bene e applicare sul cuoio capelluto lasciando agire con il celofan, almeno una decina di minuti. Poi procedere con il lavaggio abituale, cercando di pulire bene i residui di argilla. Per le meno impavide o colore che nopn hanno tempo, ricordo che esistono formulazioni a base di argilla già pronte. (Es. Cattier)

5) Olii essenziali: sono fondamentali per purificare la pelle, lenire pruriti o irritazioni, diminuire la proliferazione batterica che porta alla forfora.Inoltre gli olii essenziali aumentano applicati con un delicato massaggio al cuoio capelluto, aumentano anche la crescita dei capelli perchè favoriscono la circolazione al bulbo pilifero. Tra quelli raccomandabili per questa problematica abbiamo sicuramente: 670_0_3007863_380925

  • O.E. MENTA, per lenire i pruriti e diminuire la forfora, grazie all’azione rinfrescante. E’ possibile aggiungerlo allo shampoo abituale oppure, ancor meglio, prepararsi una soluzione casalinga da spruzzare sul cuoio capelluo bagnato dopo la doccia, a base di aceto di mela, acqua puificata e olio essenziale di menta
  • TEATREE OIL, da utilizzare sia per cute grassa che forfora perchè disinfettante e antibatterico, diminuisce la proliferazione microbica e rende pulita  e purificata la cute. Da utilizzare nella maschera all’argilla o nello shampoo.
  • O.E LIMONE, proprietà antisettiche e purificanti oltre che rinfrescante
  • O.E SALVIA e LAVANDA da usare insieme nello shampoo
  • O.E TIMO e ROSMARINO da usare nell’aceto di mele come impacco pre-lavaggio, lasciando agire qualche minuto.

6) Alimentazione corretta: sopratutto ricca di frutta e verdura 🙂 Ricordatevi infatti che la bellezza della pelle e dei capelli è fortemente influenzata dall’intestino e dalla sua capacità di espellere quodinamente le tossine e gli scarti metabolici che abbiamo al nostro interno. Quando questa capacità risulta ridotta, la pelle che è il primo e più esteso organo emuntore, partecipa anch’esso all’espulsione delle tossine di troppo e spesso il suo aspetto risente di questo sovraccarico, generando quindi brufoli, puntini neri, cute lucida, spenta, dal colore cereuleo, cuoio capelluto unto, forfora spesso pruriginosa e capelli sottili, fragili, spenti e che sporcano in fretta, sudore acido e cattivo odore della pelle.  Frutta e verdura fresche sono le nostre migliori amiche, ricchissime di sostanze attive per rallentare l’invecchiamento, migliorare l’aspetto esteriore e la nostra salute! 🙂

 7) Eliminare il balsamo con siliconi: perchè rendono i capelli più pesanti e li fanno respirare. In questo modo i capelli si sporcano molto più facilmente e la cute spesso diventa grassa.

Nel prossimo articolo vi elencherò in modo più completo quali sono la frutta e la verdura da prediligere per la bellezza dei capelli….continuate  a seguirmi..e stasera…maschera all’argilla per tutte!!! ahahaahah 🙂

Buona serata e buon weekend

F.

 

 

 

 

PICCOLE DELIZIE PER IL CORPO: proprio come le faresti TU! :)

LOGOFATT9_new-e1422265590751Oggi voglio parlarvi di una ditta speciale, una nuova collaborazione, di un laboratorio di COSMESI ARTIGIANALE, che utilizza ingredienti biologici, integrali e provengono dalla natura e produce i suoi cosmetici con passione e dedizione. Si tratta del laboratorio di Milano FATTI A MANO, che dal 2006 produce creme, balsami, saponi e detergenti, tutti fatti a mano e completamente naturali.

noidue11FATTI A MANO è stato creato Francesca e Lorena, due ragazze con la passione del fai-da-te, e il rispetto per la natura e l’ambiente. Gli ingredienti che usano sono olio extravergine di oliva, olio di mandorle dolci e olio extravergine di vinaccioli spremuti a freddo, olio di sesamo, burro di karité, olio essenziale di vetiver e olio essenziale di chiodi di garofano provenienti da progetti di commercio equo e solidale,  olio essenziale di eucalipto e olio essenziale di incenso da raccolta spontanea e cera d’api biologica proveniente da una cooperativa italiana che accoglie persone svantaggiate. Li lavorano a basse temperature e in piccoli lotti per essere sempre freschissimi. Le materie prime utilizzate devono passare severi controlli di qualità e sono state attentamente selezionate;
La maggior parte di esse proviene da coltivazioni biologiche e dove possibile del circuito del commercio equo solidale. Vi assicuro che non avevo mai provato cosmetici così: è come cibo per la pelle! Non è stato per nulla facile aprire questo laboratorio pel loro…dopo anni e anni di insegnamento, di concorsi ecc, sono riuscite a relizzare il loro sogno..e perchè no, anche i nostro, che finalmente possiamo affidarci a prodotti davvero artigianali preparati apposta per noi, avendo anche la possibilità di imparare seguendo il loro corsi di cosmesi! Grazie alla gentilezza e alla disponibilità di queste due ragazze, ho potuto provare alcuni dei loro prodotti, così da poterli testare su me stessa e parlarvene!

Ora vi allustrò nello specifico i prodotti che ho provato, così potrete farvi anche voi un’idea più precisa 🙂 Qui nella foto sotto, potete vederli, nei loro piccoli barattolini nella graziosa confezione con la quale me li hanno spediti!

IMG_7166

  1. MAIALOSA KARITE’ LAVANDA E ARANCIA: una crema tanto comoda quanto nutriente. Un modo sfizioso e vole di idratare la pelle, dopo il bagno, dopo la palestra, la doccia o una lezione di nuoto. Burro per il corpo solido che si scioglie a contatto con la pelle, rendendola soffice e delicatamente profumata. Non unge i vestiti perchè viene subito assorbita andando in profondità. Fornita nel pratico barattolino, esiste di due versioni, la piccola, da portare sempre in borsetta, ottima come pensierino per un’amica particolare e la grande, da tenere a casa e usare dopo la doccia! Ideale per le parti più secche del corpo come gomiti, ginocchia e perchè no talloni! Mi sono innamorata di questo piccolo maialino profumato e ora non posso più farne a meno! 🙂
  2. BURRO MANI CANAPA, LIMONE E TEA TREE LENITIVA: questo burro nutriente e riparatore della cute, per le mani secche è l’ideale! Soprattutto adesso che siamo ancora nella fredda stagione. Ideale da mettere alla sera così da far agire tutta la notte, si assorbe in fretta e aiuta anche a riparare la cute tagliata o screpolata con un’azione disinfettante donata dai prezioni olii essenziali contenuti all’interno. Ricca di vitamina E e di sostanze antiossidanti che contribuiscono a nutrire in profondità e attenuare i segni del tempocome l’oleolito di curcuma che dona anche il colore giallo alla crema ed è un ottimo antisettico e antibatterico naturale, utile per disinfettare tagli e ustioni.
  3. BALSAMO LABBRA CON OLIO DI MANDORLE DOLCI E MANDARINO: Come mangiare un mandarino fresco e succoso di stagione! La prima volta che ho usato questo balsamo labbra mi sono accorta che superava di gran lunga le mie aspettative e superava anche di gran lunga i balsami alle labbra che faccio io!! ahahahha 🙂 (Devo ancora perfezionarmi !!) Insomma, un balsamo labbra favoloso, emolliente, lenitivo e multi vitaminico per labbra morbide da baciare!
  4. CREMA VISO-CORPO COCCO E PRUGNA SENZA PROFUMO: Questa crema viso senza profumo ha una texture spessa e nutriente, ma si assorbe all’istante! Io personalmente la sto usando come contorno occhi e mi trovo benissimo. Io ho gli occhi molto delicati, spesso il cotorno mi si arrossa e ho difficoltà a trovare creme adatte, tant’è che mi strucco con l’olio di cocco e lo usavo anche come contorno occhi prima di scoprire questa crema, che ora invece è diventata la mia salvezza! Nutre e idrata ogni tipo di pelle per tutto il giorno, perfetta per la pelle secca, anche quella più sensibile e delicata, come la mia. Rivitalizza e ammorbidisce lasciando un effetto setoso e piacevole sulla cute.
  5. CREMA CORPO OLIO DI ARGAN, VANIGLIA E MANDARINO: Una crema molto nutriente, dalla fragranza fresca ed esotica, con toni agrumati che ad occhi chiusi mi ricorda la brezza estiva. Basta spalmarla e massaggiarla bene per farla subito assorbire. Lascia la pelle morbida e profumata. La combinazione di olio extravergine di oliva e olio di argan, ricchi di acidi grassi omega3 e omega6 che forniscono gli antiossidanti necessari per migliorare il tono e la consistenza della pelle, la rendono perfetta.

Che dire, non posso fare altro che ringraziare Francesca e Lorena per avermi dato la possibilità di provare i loro prodotti, informarle che a breve sarò sul loro sito ad acquistare qualcosa, e infine consigliare anche a voi di andare a dare un’occhiata al sito www.fattiamano.org….Sono certa che trovere qualcosa che vi interessa e perchè no, potrete anche iscrivervi ai loro corsi di cosmesi artigianale per creare con le vostre mani, creme, saponi, burri, ecc…e imparare qualcosa di nuovo! 🙂

 

 

 

 

L’ARGILLA: ce nè per tutti i gusti! :)

maschera-argillaChi non conosce l’argilla e i suoi utilizzi?

Oltre all’argilla verde però, quella più conosciuta ed utilizzata, soprattutto per la cura della bellezza, attraverso impacchi e impiastri da applicare su viso o fianchi, dalle proprieà drenandi e depurative, esistono tante argille diverse, ognuna con le proprie proprietà che agiscono su inestetismi cutanei differenti, o problemi fisici più importanti. In natura infatti, secondo lo stato di ossidazione del ferro, uno degli elementi chimici che la compone, l’argilla può mostrarsi in differenti colori: c’è quella rossa, che è sicuramente la più nota, l’argilla verde e l’argilla bianca, quella gialla ecc… Ma conosciamole più a fondo. 🙂

argilla-verdeArgilla Verde: la più conosciuta, è particolarmente apprezzata non solo per i suoi minerali, ma anche per il suo potere di assorbimento e le sue proprietà antinfiammatorie, disintossicanti e di bilanciamento del pH interno. È ideale per la pelle grassa, con acne, macchie e pori dilatati. Nel caso di impacco sui capelli, ha un effetto antiforfora e antiprurito in particolare se associata al tea tree oil. Per uso interno, l’argilla verde ventilata è uno dei rimedi più utilizzati per la depurazione dell’organismo. Sarà necessario acquistare in erboristeria dell’argilla adatta per uso interno. A questo punto si potrà seguire una cura depurativa di base, bevendo ogni mattina a digiuno e per un mese un bicchiere d’acqua preparato la sera precedente, lasciando riposare sul suo fondo un cucchiaino da caffè di argilla ventilata.

141-1Argilla Bianca:  formata in gran parte da alluminio e silicio può essere utilizzata sia per uso esterno che per uso interno. L’argilla bianca è chiamata anche caolino, dal nome della regione cinese, il Kao-Ling, dove fu scoperto il primo giacimento. All’uso interno dell’argilla si ricorre in particolare come battericida, perché espelle le tossine, è un protettore gastrico, protegge le mucose e ha anche valenza antinfiammatoria. Quest’argilla per uso interno va preparata la sera per essere bevuta la mattina successiva, ad eccezione del bruciore di stomaco per il quale invece ènecessario assumerla appena preparata. (Un cucchiaino per bicchiere d’acqua) L’argilla bianca è anche utile per la depurazione intestinale da tossine o metalli pesanti. Riguardo all’uso esterno, serve soprattutto a creare maschere di bellezza, purificanti della pelle e o vista la’bbondanza di silicio, rafforzanti per i capelli.

Argilla Rossa: è utilizzata più spesso per curare corpo e capelli, quindi per uso esterno. Ricca di ferro e povera di alluminio, la colorazione dell’argilla rossa è dovuta alla presenza di ferro rosso (trivalente). Purifica il cuoio capelluto e aiuta chi ha problemi di circolazione. In caso di cellulite e ritenzione idrica è l’argilla di prima scelta grazie al suo alto contenuto di ferro appunto. Stimola il processo di rigenerazione della pelle, quindi nel caso di scottature da sole, invece come maschera per il viso è consigliata ha chi la pelle grassa ma delicata e facilmente irritabile. Sulle contusioni, gli ematomi, le ecchimosi e i dolori muscolari, l’argilla rossa permette di sgonfiare le zone e di attenuare il dolore.

21677Argilla Gialla: contiene illite, un minerali dalle proprietà assorbenti, esfolianti, liscianti, tonificanti, quindi particolarmente utile per i prodotti di bellezza. È ideale per la cura del viso, in particolare per la pelle normale con tendenaza ad ingrassarsi. Il colore giallo è dovuto alla presenza di composti di ferro e di rame. Molto indicata per essere applicata sul collo, sulla schiena e anche sulle ginocchia in caso di dolore o gonfiore. Ha una buona azione rinfrescante e antidolorifica se mescolata alla rossa per un’azione più completa.

Argilla grigia: Conosciuta anche come argilla Luvos o argilla tedesca (è stata scoperta in Germania nel secolo scorso) deve il suo colore grigio all’alta percentuale di Silicio, fino al 60%. L’argilla grigia è indicata per uso interno nella cura dell’acidità di stomaco e delle infiammazioni intestinali.  Ha un elevato scambio cationico. Si usa anche per via interna grazie al forte potere assorbente, (probabilmente superiore alla verde ad uso interno). Favorisce inoltre il drenaggio dei liquidi in eccesso e svolge un’importante azione alcalinizzante dell’organismo.

NB: Nelle maschere fai-da-te a base di argilla, evitare di incorporare ingredienti contententi vitamina C. Essa infatti è un  si composto che, a contatto con l’argilla, crea una reazione chimica di ossidazione, promuovendo la produzione di radicali liberi. Molto meglio aggiungere oli  base come la melaleuca disinfettante o il jojoba e mandorle nutrienti.

E tu, di che argilla SEI? 🙂

CAPELLI: sani sono più belli.

maschera-per-capelliSi sà, con l’estate, tra  mare e sole i capelli vengono un pò maltrattati. Tuttavia, bastano davvero pochi accorgimenti per ridonare bellezza e brillantezza ai nostri capelli, lunghi o corti che siano. Il capello ha una struttura che ha bisogno di essere nutrita, sia dall’interno che dall’esterno con opportuni integratori e prodotti cosmetici adatti. In generale, chi ha una sana alimentazione, ricca di frutta di stagione e verdura (quindi sali minerali e vitamine) non ha bisogno di assumere integratori per bocca, perchè ha già attraverso la nutrizione tutto il necessario per stimolare il bulbo capillare, tuttavia, il fusto del capello, con sole, la salsedine, i trattamenti dal parrucchiere, pieghe folli e cloro della piscina, può a lungo andare inaridirsi, risultando spento e crespo. Ma basta poco per ridonare corpo e nutrimento ai capelli secchi..infatti, per costruire (o ricostruire) la protezione idro-lipidico dei capelli, gli oli e i burri vegetali ci possono venire in soccorso, permettendoci di curare i nostri capelli in modo sano ed economico.

9564037_orig

Iniziamo con un impacco nutriente anticrespo semplice e veloce che potrete preparare comodamente a casa vostra, da utilizzare soprattutto se si hanno caplli secchi e opachi e si sente il bisogno di rivitalizzarli. Se si ha bisogno di un importate azione rivitalizzante, per capelli molto sfibrati, è bene ripetere l’operazione prima di ogni shampoo per un periodo di un mesetto, se invece la situazione non è troppo catastrofica, è possibile effettuare la maschera solo una volta a settimana. In una ciotola mettere un cucchiaio di miele e uno di yogurt bianco interno, versate l’olio ai semi di ricino e quello d’oliva, sempre 1 cucchiaio, quindi mescolare bene fino a quando il composto non sarà uniforme. Aggiungere 10gtt di olio essenziale di geranio e mescolare ancora. A questo punto distribuire in modo uniforme sui capelli umidi, sia punte che lunghezza, e lasciare agire almeno per 20 minuti. Trascorso il tempo sciacquare il tutto con acqua fresca se è possibile, effettuare il proprio shampoo e chiudere il lavaggio con un risciacquo a base di aceto di mele che rende i capelli lucenti e chiude le squame.

Anche in spiaggia c’è bisogno di un supporto, qualcosa che possa venirci in aiuto per proteggere i capelli dal sole e dalla salsedine: l’olio spray è la soluzione che fa per noi. Io personalmente uso quello di lino che si può spruzzare sia prima che dopo il bagno e rende i capelli morbidi e soffici. Ne esistono diversi in commercio, l’importante che sia vero spray ai semi di lino, io sto usando quello della PLANTA OPTIMA semi di lino e burro di karitè e devo dire che mi trovo davvero bene! Comodo da portarsi dietro, con il contenitore scuro per evitare l’ossidazione, lo spray che nebulizza benissimo e un prezzo economico (lho pagato intorno ai 6euro e l’ho trovato all’Ipersoap) .

L’olio di semi di lino è un ottimo rimedio naturale per i capelli ed è utile per contrastare la formazione delle doppie punte.
Le sue proprietà ristrutturanti sono dovute alla sua particolare composizione in acidi grassi che vede un’elevata presenza di Acido Linoleico (13,0 – 19,0 %) che aiuta l’idratazione dei capelli regolando la perdita di acqua  e Acido Alpha Linoleico (45,0 – 60,0 %) che ne mantiene l’elasticità e la resistenza. Questi si dicono acidi grassi “essenziali” perchè, nonostante il loro vitale bisogno, il nostro organismo non è in grado di produrli. Quest’olio, così come altri oli vegetali, può quindi essere utilissimo per la nostra saluta e bellezza. Ad una condizione però: che sia effettivamente “naturale”, come detto prima, ossia non privato delle sue proprietà da metodi di estrazione e di lavorazione aggressivi, che rendono il prodotto  inerte, privo di principi attivi (acidi grassi essenziali e vitamina E), insomma  solo una sostanza grassa, senza alcun effetto curativo.

Quando si arriva a casa dalla spiaggia, si sciacqua bene l’olio ai semi di lino che abbiamo applicato al mare  con uno shampoo per capelli secchi e sfibrati, che sia un buon prodotto ma che allo stesso tempo non contenga all’interno schifezze varie (SLES, PARABENI, SILICONI ecc..), io ora sto usando quello della SAPONARIA all’arancio dolce e girasole, e quello del GIARDINO COSMETICO, all’olio di semi di lino e altea. Personalmente uso sempre due shampoo per non abituare il cuoio capelluto e il capello a un solo tipo, così li alterno e mi durano tantissimo! La Saponaria la maggior parte di voi la conosceranno sicuramente ed è un’ottima ditta di prodotti artigianali, mentre Il Giardino Cosmetico è per me una novità, e magari anche per molti di voi…si tratta di una ditta Italiana, tutti i prodotti sono:

  • Certificati ICEA Eco-Bio Cosmesi
  • Testati dermatologicamente
  • Formulati, prodotti e testati per evitare la presenza di Nichel, Piombo, Cromo e Cobalto (minore dello 0,0001%)
  • Le  formule non contengono: Parabeni, Sles, Siliconi, Peg, Paraffine, Kathon
  • Tutti i prodotti sono stati realizzati da Responsabili Formulatori Esperti presso i laboratori integrati di Partner in Cosmetic e SIPRES Cosmetics di Padova, sulla base dei principi della Cosmetica Biologica e del disciplinare ICEA Eco-Bio Cosmesi.
  • No test sugli animali
  • Le formule sono composte al 98% di materie prime di derivazione naturale: contengono materie prime Bio e principi attivi Bio di origine italiana.

57861f0b314766ad8e89cde18f281b364bc96114

Si tratta di prodotti economici, che si trovano al supermarket, o in negozi specializzati di prodotti per la casa o per l’igene: io personalmente ho trovato all’Ipersoap anche questo! Attualmente sto utilizzando anche il balsamo, sempre per capelli secchi e mi trovo benissimo…Sarà mia premura, provare altri prodotti della linea e fornirvi una recensione. 🙂

NB: L’olio di semi di lino può essere utilizzato anche in casa per una maschera veloce.  Ecco come utilizzarlo sui capelli per potenziarne gli effetti benefici:

  1. Inumidire i capelli (preferibilmente con un nebulizzatore), l’umidità faciliterà la penetrazione dell’olio.
  2. Applicare l’olio per i capelli, ma non sul cuoio capelluto: ha bisogno di altri trattamenti, rischierebbe di essere soffocato.  Per far penetrare meglio l’olio nei capelli massaggiare ogni ciocca per alcuni secondi ed insistere sulle estremità.
  3. Avvolgere i capelli in un asciugamano pulito inumidito con acqua calda e poi ricoprire tutto con una cuffia da doccia (quelle di plastica).  Questo per due motivi: 1) l’ umidità  della maschera deve rimanere tra i capelli, e non evaporare in aria, 2) il calore, rende  l’olio più penetrante e consente un’infiltrazione migliore dei principi attivi.
  4. Lasciare l’applicazione il più a lungo possibile (in ogni caso, non meno di 30 minuti). Risciacquare con uno shampoo delicato.

Domani, è ora di correre ai ripari…per capelli sani e belli bisogna agire!

Buona serata a tutti

 

IL MELONE: Sapore e leggerezza con il frutto alleato dell’estate!

yubari-melonSulla tavola non manca mai di estate: assaporato da solo, accompagnato dal prosciutto crudo o frullato per una gustosa merenda, il melonè è davvero un frutto che piace a tutti, ma forse pochi sanno che anche un alleato della bellezza estiva! Si tratta di un frutto dolce e gustoso dal colore che può variare dall’acceso arancio fino al tenue bianco, a seconda della varietà. Quello estivo è di due tipi: il melone “retato”, chiamato così perchè la buccia è ricoperta da una sorta di rete color corda che ha lo scopo di preservare il frutto, con all’interno polpa giallo-arancione moldo dolce; poi c’è il melone Cantalupo che invece ha la scorza liscia con venature leggere di color verde scuro , dal sapore più delicato rispetto al “retato” e con la polpa giallo acceso. l melone contiene una percentuale elevata d’acqua, pari a circa il 95%. Si tratta di un frutto ricco di vitamine e minerali benefici per la nostra salute. Per via del suo contenuto d’acqua, il melone regala una sensazione di freschezza e di sollievo dalla calura estiva. Non contiene grassi saturi e assicura uno scarso apporto calorico, pari a circa solo 30 calorie l’etto! Per quanto riguarda i sali minerali, nel melone troviamo ferro, calcio e fosforo. Le vitamine presenti nel melone sono vitamina C, vitamina A (in elevata quantità) e vitamina B. Anche le ossa traggono benefici dall’assunzione del melone, infatti l’abbondanza di fosforo e di calcio svolgono un’attività protettiva nei confronti dell’osteoporosi; in ultimo, la buona percentuale di potassio presente nella sua polpa ha effetti benefici sulla circolazione e sulla pressione arteriosa. Per gustare al meglio questo frutto è bene mangiarlo da solo, come frutta, spuntino o colazione, al massimo accompaganto dal prosciutto a pranzo (ma se si mangia solo quello). E’ sconsigliabile mangiarlo durante il pasto o ancora peggio come dessert perchè visto l’elevato tenore di acqua all’interno, può risultare di difficile digestione.

L’ideale è assoporare il melone maturo al punto giusto, conservandolo in frigo al massimo un paio di giorni.La temperatura di conservazione del melone non deve mai scendere sotto i 5 gradi. E’ dunque bene riporre il melone ancora chiuso nella parte meno fredda del frigorifero per evitare che la polpa si danneggi. Forse non tutti sanno che il melone più gustoso è quello maschio. E come lo riconosco? Perchè all’estremità opposta al picciolo ha un punto nero che lo contraddistingue! Quando è ben maturo raggiunge il contenuto massimo di Vitamina A che stimola l’organismo alla produzione di melanina, e ci dona il colore acceso e permettendo un abbronzatura bella e duratura. La polpa inoltre può essere lievemente lassativa stimolando i movimenti intestinali, che possono essere compromessi da eventuali problemi digestivi. Inoltre suo contenuto di minerali contribuisce a eliminare l’acidità eccessiva dell’organismo, favorendo il benessere. Per via del suo elevato contenuto d’acqua, presenta un buon potere diuretico. Può contribuire a mantenere la salute dei reni e la bellezza delle gambe che di estate a causa del caldo tendono ad essere colpite maggiormente dalla ritenzione idrica. Mangiarlo al mattino per colazione è l’ideale per amplificare questi suoi effetti depurativi e drenanti, inoltre avendo un buon potere saziante, ci permetterà di placare la fame per diverse ore!

Il melone si è rivelato anche un ottimo alleato di bellezza. In cosmesi viene utilizzato sotto forma di maschera che tonifica la pelle, rendendola morbida e vellutata. Ecco una ricetta semplice e veloce per preparare a casa una crema idrantante e rigenerante per la pelle stressata dal sole. Mescolare 10ml di succo di melone ottenuto dal frullato, 10ml di acqua depurata e 10ml di yogurt intero, conservare in frigo (per non più di una settimana). Utilizzare tutte le sere prima di coricarsi sul viso e decolletè ben puliti, avendo cura di scuotere energicamente il prodotto prima dell’utilizzo.

Non è davvero il frutto dell’estate? A voi la sentenza! 🙂

CREMA IDRATANTE ANTIRUGHE PER L’ESTATE

Buongiorno a tutti…
Su richiesta pubblico due ricette di una crema idratante antirughe per l’estate..la prima più semplice utilizza fase acquosa e fase grassa semplicissime, senza l’aiuto di conservanti o emulsionanti, la seconda versione forse un po’ più complicata, soprattutto per la reperibilità e la disponibilità degli ingredienti, permette però di avere una crema più simile possibile a quelle che troviamo sul mercato mantenendo però i nutrienti e le sostanze attive tipiche delle formulazioni “fai-da-te”….
….a voi la scelta!

salute-e-bellezza-creme-naturali-fai-da-te

1) CREMA IDRATANTE ANTIRUGHE PER L’ESTATE (200ml c.ca)

-cera d’api grande come 2 nocciole
-2 cucchiai colmi di curcuma oleolito
-2 cucchiai colmi di acqua di rose o acqua all’argilla (a seconda della pelle, se secca o grassa)
-30gtt di olio essenziale di rosa mosqueta

Mettere la cera d’api nel pentolino a bagno maria, una volta disciolta aggiungere l’oleolito. Attendere che il tutto sia omeogeneo mescolando, quindi togliere dal fuoco. Fare raffreddare mescolando, lasciare che la miscela si intiepidisca, unendola all’acqua aggiunta goccia a goccia. Mescolare velocemente ed energicamnete (come per la maionese, servendosi di frullatore ad immersione) In ultimo aggiungere o.essenziale.
Conservare in barattolo ben chiuso e pulito, a temperatura ambiente per c.ca 2 mesi, in frigorifero per 5 mesi.

L’azione antirughe è data dalla curcuma, che dona anche una buona protenzione alle radiazioni solari, antiossidante e idratante. Questo lo si nota anche dal colore giallo acceso che conferisce alla crema. Inoltre l.oe. di rosa è efficace contro rughe e smagliature, infatti utilizzato quotidianamente aiuta a diminuire le rughe superficiali e attenuare le macchie dovute all’età o all’esposizione al sole. Si usa anche più in generale per idratare la pelle e trattare inestetismi cutanei dovuti ad acne, couperose, psoriasi e come rigenerante per mani o altre zone del corpo particolarmente screpolate. Tutte le proprietà che vanta questo olio sono dovute alla presenza di alcune sostanze nutrienti di cui è composto tra cui acido linoleico, acido oleico, vitamina A e licopene, particolarmente benefiche nel proteggere la pelle dall’invecchiamento, dai raggi solari e per mantenere in buona salute le cellule dell’epidermide.

2) CREMA VISO antiossidante COENZIMA Q10 e TOCOFEROLO (250ml c.ca)

-acqua di rose 160ml
-cera emulsionante 10,5g
-40ml di olio di macadamia
-10ml di olio di avocado
-10ml di olio di oliva
-5g di Q10
-5g di Tocoferolo (Vitamina E)
-30gtt di o.e di rosa mosqueta
-1,3g di dry flo
-1,2g di conservante Corgard (c.ca 30gtt)

Mescolare gli olii e la cera emulsionante all’interno di una ciotola, e riscaldare a bagnomaria fino a c.ca 70gradi.
Riscaldare separatamente anche la soluzione acquosa. Quando anche questo componete ha raggiunto la temperatura giusta, allora versare la fase acquosa in quella grassa. Mescolare con forza, servendosi del miscelatore ad immersione, favorando il raffreddamento. Quando la miscela sarà omeogenaea binaca e si sarà raffreddata (30 gradi) aggiungere i componenti attivi e gli stabilizzanti, avendo cura di aggiungerli uno per volta e continuando la miscelazione.
NB: Essendo termolabile, il Cosgard va incorporato nel preparato a fine preparazione, quando il nostro cosmetico fatto in casa si sta raffreddando ed ha raggiunto una temperatura al di sotto dei 40° C.
Una volta terminata la preparazione, trasferire il composto nel vasetto idoneo. La crema, grazie al Q10 ed al Tocoferolo ha forti proprietà antiossidanti e idratanti, grazie alla fase lipofila utilizzata. L’utilizzo del Dryflo, derivato dell’amido del mais, permette di ridurre l’untuosità tipica delle formulazioni casalinghe, rendendo la crema particolarmente soffice e setosa al tatto e sulla pelle.

Riguardo ad altri ingredienti utili e ai siti dove acquistare le materie prime vi ricordo quest’articolo, pubblicato da me qualche tempo fà…. CLICCA QUI (potrà esservi utile per iniziare ad avvicinarvi alla cosmesi naturale)

Spero che le ricette vi siano piaciute
Un bacio alla prossimaaaaa

La pianta di Dioniso: l’edera.

villa-trissino-marzotto-la-villa-superioreStasera ho deciso di parlare dell’edera..perchè è una pianata che mi ha sempre affascianato per il potere che ha di donare alle murature un aspetto così misterioso..così affascianante, arrampicandosi e avvolgendo tutto ciò che incontra con le sue verdi foglie.

L’edera è una pianta rampicante sempreverde, presente in molti balconi, terrazzi e giardini…Le foglie di color verde scuro sono di due tipi palmate quelle dei rami sterili, avali-romboidali quelle dei rami fioriferi che in settembre portano piccoli fiorellini verdi. L’edera cresce in zone fresche e ombrose, con muri rivolti a nord, in un ambiente umido e ricco di humus. L’uso interno di questa pianta è da considerare con estrema cautela e sotto lo stretto controllo di un esperto in materia. Infatti, infusi e decotti di edera, erano utilizzati in passato per calamre la tosse, e in generale come lenitivi dell’apparato respiratorio e fluidificanti del catarro bronchiale. Tuttavia, l’efficacia dei preparati a base di edera è dovuta alla presenza dell saponine, sostanze che tuttavia hanno una tossicità non indifferente e possono risultare anche irritanti per l’apparato gastroenterico. Possiamo invece dare un importanza rilevante all’uso dell’edera nella terapia cutanea e nella cosmesi. L’infuso o il decotto della pianta possono essere utilizzati in tutti i dolori di carattere reumatico ed infiammatorio, sotto forma di impacchi caldo umidi. La stessa importanza è è rappresentata dall’uso della pianta in cosmetica, dove svolge un ruolo fondamentale per la bellezza dei capelli e della pelle, nella cura contro la famigerata cellulite! Applicata sulla pelle attraverso il massaggio, l’ edera (associata all’estratto di ippocastano e di centella asiatica) ha un effetto antinfiammatorio sulla cellulite appena formata ma anche su quella “dura” e dolorante. Mescolando 3 cucchiai di olio di mandorle dolci con 15 gocce di estratto glicolico di edera e 10 gocce di estratto glicolico di ippocastano e 10 di centella si ottiene un preprato cosmetico da massggiare come l’unguento sul corpo fino a completo assorbimento, preferibilmente la sera dopo il bagno o la doccia, partendo dalle caviglie e salendo verso l’inguine.

Curiosità

Narra la leggenda che l’edera comparve subito dopo la nascita di Dioniso affinchè fosse protetto dal fuoco che bruciava il corpo della madre, causato da un fulmine lanciato da Zeus. Per questo motivo i tebani gli avevano consacrato questa pianta chiamandola perikiosos ovvero avvolgitore di colonne. Il nome deriva proprio dal latino “herere” cioè “essere attaccato”, per la proprietà che la pianta ha di attaccarsi e arrampicarsi a muri o alberi. Le bacche di questa pianta se assunte in modo eccessivo possono portare a delirio, allucinazioni e stato di assenza. Per queste caratteristiche si può spiegare il legame della pianta con la figura di Dioniso, dio dello spirito vivo, dell’ubriachezza.

Ricette cosmetiche

  • Per capelli lucenti (in specifico quelli scuri o rossi), preparare il decotto con 10g di foglie di edera e 3 litri di acqua. Fare intiepidire il prepararto, aggiungere 3 cucchiai di aceto di mele biologico e usare la soluzione come ultimo risciacquo dopo il balsamo o lo shampoo a seconda delle esigenze.
  • Per la cellulite bollire 100g di edera il 1 litro di acqua per 10 minuti,lasciare riposare mezzoretta. Filtrare il preparato e aggiungerlo all’acqua del bagno con 1 kg di sale integrale. Rimanere in ammollo alemno per 20 minuti. Fare seguire il bagno da un buon massaggio drenante, con oleolito di foglie di edera oppure unguento edera-ipppocastano-centella, di cui ho parlato prima.

OLII ESSENZIALI NEI COSMETICI

page4_4Parto dal presupposto che è sempre meglio usare gli olii essenziali (piuttosto che altre fragranze di tipo cosmetico o alimentare) per profumare i vostri cosmetici casalinghi, perchè oltre a dare una piacevole profumazione alle vostre creazioni, hanno anche delle proprietà ben precise e sono indicati per determinati tipi di pelle.

VEDIAMO I PRINCIPALI USI PER CREME IDRATANTI VISO O CORPO:

  • PELLE NORMALE: lavanda, palmarosa, incenso, carota, rosa, geranio, nèroli, finocchio dolce, camomilla, limone., benzoino.
  • PELLE SECCA: camomilla, gelsomino, lavanda, geranio, limone, rosa, nèroli, patchouli, palmarosa, benzoino, carota.
  • PELLE GRASSA: bergamotto, salvia sclarea, cipresso, lavanda, arancio amaro, incenso, finocchio dolce, geranio, limone, teatree, lemongrass.
  • PELLE MATURA: salvia sclarea, nèroli, arancio, lavanda, geranio, rosa, palmarosa, carota.
  • PELLE ARROSSATA e SENSIBILE: camomilla, rosa, salvia sclarea, nèroli, eucalipto.
  • PELLE CON ACNE: lavanda, geranio, timo, limone, cipresso, salvia sclarea, tea tree, rosmarino, camomilla, patchouli, nèroli.

Se invece volete preparare una crema corpo per le gambe, con cellulite o problemi di circolazione gli olii essenziali da utilizzare saranno:

  • lavanda
  • limone
  • rosmarino
  • cipresso
  • finocchio dolce
  • origano
  • timo
  • geranio
  • pompelmo
  • ginepro
  • cannella
  • arancio amaro
  • menta piperita ( per fare l’effetto freddo dei gel)

Per saperne di più sulle ricette cosmetiche, guardare nella sezione “Cosmesi Fai Da Te”

Un bacio 🙂