LE VAMPATE SI COMBATTONO A TAVOLA

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Molto spesso ho a che fare con donne che combattono giornalmente e soprattutto ogni notte vampate dovute ai cambiamenti ormonali che con l’avanzare dell’età sono all’ordine del giorno. Usare un’alimentazione ricca di fitoestrogeni, oltre che l’ausilio di integratori che compensano in parte il naturale calo di ormoni femminili, può aiutare anzi spesso è la chiave di svolta, per combattere efficacemente questo brutto fastidio. Gli estrogeni sono ormoni femminili che con l’avanzare dell’età tendono a diminuire, insieme al complessivo calo della funzionalità ovarica, tutto ciò porta inevitabilmente a degli effetti negativi sull’organismo come irregolarità e difficoltà nel controllo dell’appetito, irritabilità, e vampate di calore, rendendo questa fase delicata della vita della donna ancora più difficile. Per bilanciare almeno in parte la diminuzione della sintesi ormonale di estrogeni, è possibile, anzi a parer mio necessario, ricorrere ad alcuni alimenti, che sono fonte di fitoetrogeni, (ovvero estrogeni provenienti dal mondo vegetale), che digeriti e metabolizzati mimano in parte la funzione degli estrogeni femminili. In generale queste sostanze fanno parte della categoria dei polifenoli, molecole dotate di una spiccata azione antiossidante, così che oltre a combattere i fastidi della menopausa possono essere utili anche contro l’invecchiamento e le malattie cardiovascolari.

sintomi-menopausa

Le principali categorie dove si trovano i fitoestrogeni sono:

  • Isoflavoni: presenti in legumi, soya e derivati, avena, grano saraceno, piante come il trifoglio rosso.
  • Lignani: presenti in ortaggi come aglio, cipolla, carote, finocchio, alcuni frutti, come frutti rossi o frutti di bosco, olio extravergine di oliva e frutta secca.
  • Cumestani: contenuti nei germogli, e in diversi ortaggi come i cavoli, erba medica.

Dalla colazione alla cena, passando per il pranzo e la merenda, é semplice aggiungere fitoestrogeni alla propria alimentazione, cercando di combinare fra loro le diverse classi in modo tale da ottenere risultati più evidenti, poichè si riesce a sfruttatare la loro azione complementare. Bisogna tuttavia sottolinenare che in questi processi svolge un ruolo importantissimo la flora intestinale, per la loro assimilazione, in quanto i batteri che colonizzano il nostro intestino sono adibiti a produrre enzimi necessari alla liberazione delle parti attive dei fitoestroigeni. Quindi consumare regolarmente fibre e mantenere sana la propria flora intestinale è il primo passo per avere dei buoni risultati con l’integrazione alimentare e non solo di fitoestrogeni.

http-media.bebeblog.it-a-a58-Estrogeni-620x412Ecco alcuni accorgimenti per portare a tavola fitoestrogeni:

  1. Spuntini a base di noci e semi oleosi, fonte di lignani, accompagnati magari da frutti rosse o albicocche. Per uno snack alternativo si possono scegliere gli edamame, che sono fagioli di soya, ricchi di isoflavoni, da mangiare lessati e leggermente salati.
  2. Contorno a base di Cavoletti di bruxells, fonte di fitoestrogeni cumestani, , da cuocere a vapore per mantenere inalterati i loro nutrienti.
  3. Aggiugere nell’insalata, germogli di soya, semi di lino e/o tofu a dadini, fonti di isoflavoni.
  4. Concedersi un paio di volte a settimana un bicchiere di birra possibilmente artigianale, contenente il luppolo, pianta dalle proprietà estrogeniche.
  5. Bere tisane a base di Erba medica, conosciuta anche come alfa alfa, apporta cumarine, ma anche minerali, vitamine e diversi enzimi digestivi utili al benessere dell’apparato gastrointestinale. Lasciare in infusione circa 10min un cucchiaio per tazza, filtrare dolcificare con miele e bere.
  6. Usare la Salvia come pianta aromatica per i propri piatti. Fresca o essiccata, ha un’azione fitoestrogenica particolarmente indicata contro le caldane e il sudore eccessivo. Possibile usarla anche come tisana, per profumati infusi, oppure per comodità sotto forma di tintura madre 30gtt due volte al giorno,(mattina e sera), per periodi di circa 2/3 mesi.

…e tu? Hai vampate di calore, sudore eccessivo e stai soffrendo i tuoi cambi ormonali?

Prova a usare questi piccoli accorgimenti alimentari…e troverai dei benefici!

Parola di Essenzialmente Naturale! 🙂