DERBE CAPELLI: un aiuto “quasi” naturale

FacebookTwitterGoogle+Condividi

indexEccomi qui…con qualche giorno di ritardo, ma prontissima per parlarvi di questa ditta: DERBE! Essa si trova diciamo nel mezzo fra cosmetici ecobio e quelli super chimici. Ebbene sì, dico che si trova nel mezzo perchè effettivamente gli INCI di alcuni shampoo  balsami, nonostante abbiano parecchie sostanze attive, estratti vegetali, proteine ecc…non sono del tutto naturali! Si tratta tuttavia di un buon compromesso e quindi può essere una buona scelta per tutti coloro che si vogliono “avvicinare” all’ecobio ma che non hanno ancora le conoscenze, il tempo o la voglia di mettersi a cercare prodotti esclusivamente verdi.

1) Boccio a priori la linea OLIO SHAMPOO, perchè rende i capelli pesanti, (almeno questo per me che ho i capelli molto secchi e spessi), per chi ha capelli fini e sfibrati magari è efficace. Questa linea infatti è consigliata in casi di sensibilizzazione del cuoio capelluto, prurito, desquamazione, rossore ecc…(io non ho di questi problemi quindi non fa per me! )

2) Riguardo alla linea SCIAMPO DELICATISSIMO, mi trovo nel mezzo! Ne esistono 4 versioni, quelli per pelli sensibili lenitiva e protettiva, quella per capelli sfibrati (che è quella che ho provato io e mi sono trovata effettivamente bene), quella cotro la forfora con propoli e pepe nero, ad azione igenizzante e regolatrice dell’attività sebacea e infine quella capelli grassi con limone e ortica, che putificano e riequilibrano il pH del cuoio capelluto. L’IINCI è accettabile quindi non la boccerei a priori, tuttavia non ho avuto buon riscontro dalle persone che lo hanno provato, alcuni dicono che non lavi bene! Mah!

index23) NO ASSOLUTAMENTE alla crema capillare SERES che mi ha profondamente delusa in quanto contiene siliconi!! Quindi altro che naturaleeeeeeeeeeeeee O_O

4) Un punto positivo alla linea DETOX  PURIFICANTE, ricca di sostanze attive di origine vegetale, è in grado di igenizzare correttamente il cuoio capelluto da impurità e agenti microbici. Buona la soluzione del PRE-SCIAMPO, a base di semi di pompelmo e ortica, predispone la cute ad una buona detergenza. Si applica sulla cute prima del lavaggio e si lascia in posa alcuni minuti, poi si procede al lavaggio con lo shampoo. Credo sia una soluzione da adottare per i parrucchieri, per lavare in profondità e detossificare la cute!

5) Un altro punto positivo alla linea anti-Age, che fra le mie clienti ha avuto un buon balsamomaturigriscontro. La fibra capillare infatti con il passare degli anni perde elasticità e densità, e quindi i capelli non cambiano solo colore bensì anche forma e consistenza. La linea anti-age è in grado di nutrire e volumizzare i capelli, idratandoli grazie all’olio di argan e le ceramidi di girasole. Un buon compromesso soprattutto per persone di una certa età alle quali non importa nulla dell’INCI, e le quali comprerebbero tranquillamente KERASTASE se fosse per loro!!! Bè consigliare DERBE, è una buona scelta sia per l’ambiente (è infatti meno peggio di altri) che per il cliente, perchè noterà davvero la morbidezza e l’idratatzione trovando i capelli rivitalizzati!!

6) Ultimo punto positivo alla linea GOJI, davvero ricca di sostanze vegetali. L’ho provata sciampogojig5gg fa e ancora non mi sono dovuta rilavare i capelli! (Premetto che io ho capelli che si sporcano molto poco, ho cute secca e capelli anche, quindi non tendo all’unto, inoltre a casa li tengo spesso legati con una pinza per evitare di toccarli, in questo modo durano molto di più puliti!! ) Comunque tornando a noi, devo dirvi che mi sono trovata bene! Pantenolo, proteine del riso, goji, china, arancio amaro, ortica, salvia, zenzero, rosmarino, rosa canina, tutte sostanze contenute all’interno. Una linea in grado secondo me in grado di dare energia, idratazione ed elasticità, ma allo stesso tempo puliìre e purificare bene la cute grazie alle sostanze vegetali contenute all’interno!

 

Arriva il caldo….e anche le formiche!

A plenty of ants on a female hand, fingers separately, on a green backgroundCon l’avvento delle temperature più miti si verifica un fenomeno comune: l’arrivo delle formiche, che dopo il letargo invernale escono alla ricerca di provviste per l’inverno successivo. Fino a quando si limitano a stare in terrazzo o in giardino senza dare fastidio e senza volersi introdurre in casa, va tutto bene, quando invece diventano insidiose e le vediamo passeggiare allegramente sul pavimento del salone o sul davanzale della cucina in avan scoperta allora abbiamo un problema! Le formiche infatti sono astute e ben organizzate, quando ne vediamo solo due o tre che gironzolano, è meglio correre subito ai ripari, perchè aspettare di vederne di più protrebbe essere un grosso errore. Quelle che vediamo, sono formiche operaie che vengono mandate per esplorare l’ambiente e vedere se c’è trippa per gatti, o forse sarebbe meglio dire “c’è zucchero per formiche” , ahahahaahah 🙂 , se trovano cibo (qualche briciola, cibo di animali, peli o capelli), o trovano spazio necessario per nidificare, (zoccoli del pavimento, insenature ecc), vanno ad informare la colonia e quando meno te lo aspetti ti trovi la casa infestata! Le formiche infatti adorano vivere dove siamo noi, perchè questo significa cibo assicurato, esse infatti non amano solo il dolce ma sono onnivore, vanno ghiotte di parassiti delle piante, e in assenza di altro si cibano anche solo di capelli o peli, per questo spesso, nonostante si abbia una buona pulizia della casa e della cucina bastano due peli di gatto per terra, due capelli in bagno o una pianta in salone per richiamarle se sono nei paraggi! Certamente sono esseri viventi, e sarebbe bello, riuscire a “conviverci” senza farsi prendere dal panico, tuttavia avere le fomiche in casa risulta spiacevole, e quindi è possibile, senza ricorrere ad insetticidi tossici, allontanarle o eliminarle dalle vostre abitazioni.

I rimedi naturali più efficaci sono:

1) La prevenzione: la pulizia della casa, della cucina e la buona conservazione degli alimenti, in particolare dolciumi e simili. Riguardo alla pulizia, prendi l’abitudine di lavare il pavimento con olio essenziale, magarri di menta, limone, cipresso, canfora, lavanda, chiodi di garofano. Gli odori forti, in particolare degli olii essenziali dà molto fastidio alle formiche, che quindi non troveranno allettante l’dea di entrare in casa tua! Basta aggiungere una cinquantina di gtt di olio essenziale all’acqua per pulire con il detersivo,(più la casa è grande più olio deve essere usato), la casa resterà pulita e profumata!

2) Sigilla i punti di accesso: se tu fossi una formica, da dove passeresti? Se noti dei passaggi possibili, fra le piastrelle, nel battiscopa, o in altri punti strategici, sigilla questi passaggi con dello stucco o del silicone, in questo modo potrai prevenirne l’uscita. 670px-Get-Rid-of-Ants-Naturally-Step-2

peperoncino3) Prepara delle barriere naturali: ci sono delle polveri naturali che proprio le formiche non sopportano, come la curcuma, il borotalco, il peperoncino, il gesso, il limone. Queste sono tutte le sostanze che potrai utilizzare al posto delle polveri chimiche, per fare da barriera per esempio dal terrazzo a casa.

4) Crea delle esche casalinghe: il metodo delle esche è un metodo un pò più drastico, ma a mali estremi estremi rimedi! Consiglio di utilizzare questa soluzione solo quando l’invasione delle formiche è davvero massiccia, infatti è bene ricordare comunque che le formiche intervengono in importanti meccanismi dell’ecosistema e sterminarne troppe potrebbe avere degli effetti negativi sull’ecosistema dell’ambiente dove vivete, inoltre sono esseri viventi e ucciderle non è sicuramente piacevole. Tuttavia se le formiche sono troppe e non vi danno tregua potete creare delle esche che esse mangeranno e moriranno, o ancor meglio, alcune di esse prenderanno la vostra esca e la porteranno al formicaio, eliminato esso, eliminato il problema delle formiche. Tra questi rimedi abbiamo:

  • Zucchero a velo e acido borico: questa polverina dolce ma letale, attirerà le formichine, che entrando a contatto con la polverina, la ingeriranno e moriranno a causa dell’acido borico.
  • Farina di mais: non è digeribile dalle formiche, quindi dopo averla mangiata moriranno per indigestione.
  • Fondi del caffè: le formiche verranno attirate dal caffè ma essendo molto sensibili alla caffeina, come nel caso delle altre esche, l’ingestione porterà alla morte.

Tutti questi rimedi, essendo naturali richiederanno tempi più lunghi rispetto alle esche chimiche, quindi dovrete aspettare che passi qualche settimana prima di avere risultati visibili, a meno che non abbiate la fortuna che il caffè o la farina raggiunga la regina, morta la formica regina infatti, il fomicaio se ne andrà per creare altrove un’altra colonia!

Spero che queste indicazioni vi siano utili!!!

NB: L’acido borico è potenzialmente dannoso anche per l’uomo. La dose tossica è piuttosto alta (e deve essere ingerita per dispiegare il proprio effetto)! Tuttavia, dovranno essere prese le dovute precauzioni d’uso.Tenere sempre fuori dalla portata dei bambini e degli animali, e ricordarsi di non leccarsi le dita dopo averlo utilizzato!!!

 

 

 

 

 

SEI IN DIETA MA ADORI FARE GLI APERITIVI? ECCO LA SOLUZIONE!

11066617_952311621457200_5896900501302430168_nA chi non piace farsi un bell’aperitivo in compagnia di amici, del compagno, anche da soli .. Godendosi il tramonto. Peró arriva l’estate e i sensi di colpa si fanno sentire… ! Certo l’alcool è bandito, anche se una sera alla settimana possiamo permettercelo, in tutti gli altri casi è possibile fare un’aperitivo light per non rinunciare a questa abitudine tanto desiderata.
Ecco qui qualche suggerimento per fare un’aperitivo sfizioso, da organizzare a casa in compagnia e vedrete che piacerà a tutti!

Da bere:
Potete fare dei frullati freschi di frutta, come quello alle fragole, o all’ananas che sono molto sfiziosi, con granatina di ghiaccio. Oppure il classico succo di pomodoro con olio e pepe, o ancora i succhi bio di mirtillo o di mela. E per gli invitati che vogliono l’alcool una bella birra (che sia artigianale) !

indexDa mangiare:
Olive, frutta secca a volontà (noci, mandorle, nocciole, pistacchi). Potete preparare delle tartine di grano saraceno o di amaranto con sopra un battuto di pomodoro fresco, basilico, olio e un pizzico di sale. Oppure altre tartine con ricotta di capra un filo di olio e pepe nero, o ancora con patè di olive o pomodorini secchi sott’olio. Per i vegetariani cubetti di tofu alla piastra. Mettete sul tavolo anche della cruditè di verdura (finocchi, peperoni, carote) con una salsa leggera allo yogurt, aiuterà a spezzare la fame e sarà gradita a chi ama il cibo salutare!

1375311_952311641457198_6029225395339735882_n

L’aperitivo è pronto!! Senza rinunciare al gusto e alla compagnia, ma restando sempre in forma!!

…E se una sera l’aperitivo è al bar, mangiate un pó quello che volete, la salute sta anche nell’equilibrio e nella possibilità di scegliere: se una sera si vuole trasgredire è bene farlo!

Baci baci

Succhi freschi di frutta e verdura: un aiuto dalla Natura.

centrifugatiI succhi freschi di frutta e verdura sono i centrufugati, che aiutano a nutrire e rigenerare l’organismo. Nel momento in cui assumi queste bevande porti all’organismo vitamine, minerali ed enzimi in forma concrentrata, assimilabili e compatibili con il nostro organismo. Normalmente infatti, la quantità di frutta e verdura che si utilizza per un cetrifugato è di norma maggiore rispetto all’equivalente che assumeresti con la semplice alimentazione, inoltre l’eliminazione delle fibre facilita l’assorbimento degli attivi. Per tutte queste motivazioni è preferibile bere il centrifugato non come bevanda ma bensì come un vero e proprio spuntino depurativo, che va consumato meglio se lontano dal pasto. Questi succhi aiutano anche a disintossicare e depurare l’organismo, ricchi di acqua biologica possono migliorare le funzioni emuntorie (reni, intestino e fegato), ci fanno sentire meglio, leggeri ed in salute, e inoltre ma che dire della pelle? La pelle, che ha bisogno di esssere nutrita dall’interno, spesso e volentieri a causa della nostra alimentazione viene trascurata, con i centrifugati, noi nutriamo dall’interno la nostra pelle e i nostri capelli. Sono innumerevoli i benefici che i succhi freschi apportano all’organismo. Basti pensare a tutti coloro che soffrono di colon irritabile o problemi intestinali di qualsiasi tipo (disbiosi, stitichezza, meteorismo, diarrea ecc..) ebbene le loro proprietà antinfiammatorie sono a dir poco miracolose su queste manifestazioni. Il centrifugato è un modo valido anche di apportare al bambino tutte le vitamine e i minerali della frutta e della verdura quando il bimbo non è predisposto a mangiare frutta e verdura perchè non gli piacciono, essendo dolci e gradevoli infatti, spesso il bambino li apprezza. Senza dimenticare assolutamente però l’apporto di fibre della frutta e della verdura

Come possiamo ottenere succhi di frutta e di verdura ottimali?

1) L’elettrodomestico: ne esistono di due tipi

  • cetrifuga: gira veloce, quindi ossida maggiormente la frutta e la verdura portando ad una perdita maggiore di attivi e ha più scarto. Costa di meno.
  • estrattore: gira lento, quindi la perdita di sostanza è minore e c’è meno scarto. Costa di più.

2) Quali verdure e frutta utilizzare?

  • di stagione per avere il miglior apporto di attivi
  • se biologico usare anche la buccia, e tutto (tipo foglie, gambi, ecc)
  • se non biologico, sbucciare ed eliminare gli scarti

3) Berla subito: non bisogna lasciarlo ossidare. Anche se lo mettiamo in frigo si danneggia ugualmente, quindi è sempre meglio assumerlo fresco.

4) Berlo lentamente: berlo velocemente è un grosso sbaglio e non ci permette di ottenere i risultati desiderati, e anzi può dare anche dei disturbi. Nel bicchiere noi abbiamo un vero e proprio pasto, quindi buttandolo giù di botto non solo perdo gran parte degli attivi, ma posso anche incorrere in effetti collaterali di carattere gastrointestinale (mal di stomaco, diarrea ecc) Bisogna sorseggiarlo, tenendolo in bocca alcuni secondi per permettere il contatto con la saliva, così da facilitarle la digestione  e l’assorbimento.

index

5) Attenzione alla vitamina A: se io assumo un succo di frutta e verdura che contiene questa vitamina, come la carota per esempio, devo sempre associare un grasso, per facilitarne l’assorbimento perchè essendo liposolubile senò andrebbe persa. Quindi si può usare un cucchiaino di olio (qualsiasi tipo), oppure un goccio di latte (vaccino oppure vegetale come quello di mandorle o di soya)

6) Berlo lontano dai pasti per facilitare l’assorbimento delle sostanze attive: no assumerlo come bevanda durante un pasto o ancora peggio dopo il pasto, ma assumerlo o al mattino appena svegli, avendo l’accortezza di aspettare poi almeno mezzora prima di fare colazione, oppure come merenda a metà pomeriggio o metà mattina.

6cc55eb118NB: Ricordare di non sostituire le centrifughe al normale consumo di frutta e verdura, che deve essere consumata normalmente e quotidianamente per apportare la giusta quantità di fibre vegetali.

 

Nel prossimo articolo qualche ricetta sfiziosa per voiiiiii 🙂