DISTURBI DEL CICLO MESTRUALE? Scegli l’omeopatia! :)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

images mestrI disturbi mestruali sono una piaga che si può verificare nella vita di una donna con diverse manfestazioni. Sono poche, elette e fortunate, le donne che possono dire di non aver mai avuto alcun disturbo legato al ciclo o alla menopausa. Il ciclo mestruale infatti, anche se ci ricorda della sua presenza solo durante il flusso emorraggico è in realtà vitale per tutto l’anno e per molti molti anni, fino ad arrivare al climaterio, anche esso accompagnato da disturbi e alterazioni fisiche, energetiche ed emozionali che per alcuni di più, per altri di meno, possono rendere difficile la quotidianeità. Molti di questi disagi si possono risolvere o aiutare con rimedi omeopaticiche che agiscono quindi non solo a livello puramente fisico ma anche mentale ed emotivo.
Vediamo ora insieme i principali disturbi legati al ciclo ormonale della donna e i principali rimedi da utilizzare.

1) AMENORREA: assenza di mestruzioni o mestruazioni molto irregolari. I rimedi da prediligere sono
-Colocynthis 7CH 5granuliX3volte fino alla ricomparsa
-Graphites 5CH 5granuli solo una volta al dì se le mestruazioni sono scarse o irregolari e c’è sovrappeso o menopausa alle porte.
-Pulsatilla 5CH se sono scarse o hanno interruzioni e riprese veloci, tipico delle donne giovani o le adolescenti.
-Sepia 5CH al mattino a digiuno per donne tristi e solitarie che hanno cicli spesso maggiosi di 33gg

2) DISMENORREA: forti dolori addominali dovuti a smasmi della muscolatura uterina. In questo caso prendere 5granuli al giorno per la settimana precedente le metruzioni e poi 5granuli per 3volte al dì durante il ciclo.
-Caulophyllum 5CH, per dolori spasmotici come se qualcos dovesse “venire fuori”
-Magnesia phosphorica 7CH, per dolori a fitte che migliorano con il caldo
-Chamomilla 7CH, da associare se c’è cattivo umore e irritabilità

3) MESTRUAZIONI ABBONDANTI: sono spesso paragonabili a vere e proprie emoraggie e rendono la vita davvero impossibile. Abbassano le riserve dell’organismo, i valori del ferro dando anemia, stanchezza, irritabilità mal di testa e capogiri.
-Ipecacuana 5CH 5granuli la settimana precendente e poi 5grX3 durante il ciclo per coloro che le hanno abbondanti e in anticipo
– Phosphorus 7CH per abbondanti rosso brillante molto fluido 5granulix3
– Ferrum metallicum 5CH, per coloro che soffrono di anemia
– Ambra grisea 5CH, per coloro che hanno presenza di perdite inter mestruali che peggiorano con lo sport. 5granuli per 2 mesi tutte le mattine. 5granuliX3 durante le perdite.

4) MENOPAUSA: fine del periodo fertile e scomparsa graduale del ciclo mestruale, determinato da un calo e dalle fluttuazioni degli estrigeni. Il più caratteristico sintomo della menopausa è la vampata di calore che si può verificare a diversi stadi.
In questo caso l’assunzione prevede 5granuli al mattino per diversi mesi, almeno fino allo scoparire dei sintomi.
-Lachesis 7CH per coloro che hanno la vampata solo al viso.
– Graphites 7CH, per coloro che hanno vampate diffuse su tutto il corpo e palpitazioni
-Sepia 5CH, per coloro che hanno vampata accompaganata da nausea
– Sanguinaria 5CH per coloro che hanno vampate accompagnate da forti arrossamenti (guance, collo e decollete)

images omeo

Spero che questi consigli vi possano essere utili e ricordatevi sempre che nessuno dei sintomi che accompaganno il ciclo ormonale della donne devono essere visti come delle malattie, anche se creano disagio, devono essere accolti come elementi caratteristici del mondo femminile. In questo modo potremo davvero essere in contatto con noi stesse, cercando di sentire il più possibile cosa cerca di dirci il nostro corpo e accettandoci come siamo. 🙂

Deodoranti: cosa evitare!

images4La scelta del deodorante è un dilemma per tanti di noi, c’è quello che irrita, quello che è troppo profumato, poi c’è quello che macchia i vestiti, quello non dura abbastanza e l’altro brucia dopo averlo spruzzato. Insomma, qual’è il deodorante giusto? Cosicchè stremati e delusi dalle nostre scelte, ci affidiamo alla pubblcità di amici e parenti, oltre che a quella televisiva e continuiamo la nostra ricerca imperterrita facendo prove inutili e spendendo soldi in continuazione. E se ci fosse un metodo più comodo per scegliere il deodorante? Se bastasse un’occhiata al prodotto per permetterci di sceglierlo?  Questo è possibile, se decidiamo e incominciamo a leggere le etichette! 🙂 Apparte infatti i diversi tipi di pelle e di sudore, che possono ovviamente richiedere prodotti leggermente diversi tra di loro, ci sono delle regole base per la scelta del deodorante che prevedono l’assenza o la presenza di determinate sostanze.

REGOLA 1: No agli Antitraspiranti!

Non esistono studi epidemiologici nel campo medico o farmaceutico che attestino il collegamento fra cancro al seno ed antitraspiranti, quindi non sono qui per dire questo, ma mi sorge semplice una domanda: se il nostro fisico ha bisogno di respirare, attraverso appunto il sudore, se ha bisogno di eliminare tossine e sotanze di scambio, tanto di estate quanto di inverno, perchè dovremmo bloccare questo meccanismo? Insomma, se questo è il naturale modo che ha il nostro corpo di respirare, perchè dovremmo impedirglielo? Più l’effetto antitraspirante è prolungato (24, 48h) più il deodorante sarà tossico per le vostre ghiandole! Gli antitraspiranti contengono normalmente ioni di alluminio (soprattutto cloruroro di allumio o altri), che operano ostruendo le ghiandole sudoripare impedendo la secrezione di sudore. Questi prodotti sono da EVITARE.

REGOLA 2: No ai deodoranti troppo profumati

Se non si vuole puzzare e se nn si vuole che la pelle si irriti, è bene scegliere deodoranti con profumazioni leggere, e senza eccessiva quantità di profumo, che oltre a rendere l’odore del sudore ancora più sgradevole di quello che è normalmente, dietro la semplice dicitura di “Parfum”, si possono nascondere innumerevoli sostanze chimiche, come gli  ftalati, che possono provocare mal di testa, vertigini, asma e allergie.

REGOLA 3: NO al deodorante di notte

deodoranti-tetteNon siamo paranoici: non è necessario assolutamente andare a letto con il deodorante! Quindi se si fa la doccia, si va a letto freschi e profumati ma senza deodorante e se non la si fà, perchè magari si ha l’abitudine di farla al mattino, bè allora io consiglio sempre di lavarsi le ascelle prima di andare a dormire, così da toglire i residui di deodorante della giornata e lasciare respirare liberamente le nostre povere ascelle! Noterete che con quest’abitudine, le ascelle saranno meno soggette a irritazioni, e durante la giornata il sudore meno acre perchè la pelle ha avuto la possibilità di respirare durante le ore notturne evitando il naturale ristagno di batteri che provoca il cattivo odore.

REGOLA 4: Prediligere i deodoranti spray NO-gas

images5Alcuni dei gas utilizzati nei deodoranti in bomboletta, sono infatti responsabili del famigerato “buco dell’ozono”, quindi se si può oltre che evitare di danneggiare se stessi, evitare di danneggiare l’ambiente, ancora meglio! 🙂

 

 

SOSTANZE DA EVITARE:

-Propylen Glycole e Parabeni

Sono sostanze usate in grosse quantità dall’industria cosmetica, ma sono tossici: I parabeni, sono esteri dell’acido para-idrossi benzoico e vengono impiegati per la conservazione dei prodotti cosmetici di ogni genere. Diversi studi hanno dimostrato una correlazione fra l’insorgenza di cancro ormone sensibile e l’utilizzo di essi. Il propylen Glycole, è usato come tensioattivo o agente imbibente e solvente, è in effetti l’ingrediente attivo negli antigelo ( E VI HO DETTO TUTTO! ) Non c’è differenza fra quello usato nell’industria e quello nei prodotti per la cura della persona. E’ usato persino nell’industria alimentare e in quest’ultimo caso le avvertenze per l’uso del prodotto sono quelle di evitare il contatto con la pelle perchè il PG porta conseguenze tipo anormalità al cervello, al fegato e reni. Non si trovano avvertenze invece su prodotti come deodoranti, dove la concentrazione è maggiore che in molte altre applicazioni industriali, pazzesco no????!!!

– Tricosan: l’ultima mania pazzoide nel pentolone delle sostanze chimiche antibatteriche, che troviamo nei detergenti, detersivi liquidi per piatti, saponi, deodoranti, cosmetici, lozioni ecc… E’ stato registrato come pesticida, assegnandogli un alto indice di rischio per la salute umana e l’ambiente! Il triclosan appartiene ad una classe di sostanze chimiche sospettate di provocare il cancro. Esternamente può provocare irritazioni alla pelle. Usarlo tutti i giorni della propria vita nel deodorante può essere ritenuto alquanto imprudente!

Alcohol (Isopropyl):  usato come solvente e denaturante (si tratta di una sostanza tossica che modifica le qualità naturali di un’altra sostanza), l’alcohol si trova nelle tinture leggere per capelli, creme per le mani, dopobarba, deodoranti profumi e molti altri cosmetici. Se possibile da evitare.

Uomo avvisato…mezzo salvato 😉 …A voi la scelta…!

Fonti: http://www.farmacovigilanza.org/cosmetovigilanza/corso/0406-04.asp, Chimica Cosmetica Anno 2011-2012

 

 

 

 

 

 

 

PULIZIE DI PRIMAVERA: arrivare preparati alle uova di Pasqua….:)

indexChe tu viva al mare, in montagna, o nella grigia e caotica città, la primavera è alle porte anche per te, per questo c’è bisogno di un programma depurativo per arrivare preparati alla Pasqua, che metterà di nuovo a dura prova la nostra linea e i nostri organi! Nelle prossime settimane effettuate un programma depurativo e drenante che ti aiuti ad eliminare le tossine, così alleggerirari il fisico e perchè no la mente, da inutili preoccupazioni ed eviterai il sovraccarico dovuto alle feste pasquali.

Il programma parte da oggi e dura 21 gg, fino a Pasqua appunto.

Prime due settimane: DEPURAZIONE INTESTINALE:

Non mangiare farine e derivati raffinati e formaggi se è possibile.

  • Assumere OZOVIT (ditta Pascoe) con posologia di un misurino dopo pranzo e uno dopo cena. In caso di diarrea diminuire la dose, in caso di inefficacia aumentarla a due misurini. (Per 5 giorni)
  • Assumere Colostro Noni (ditta GUNA) con posologia di 1 bustina 2 volte al giorno, salvo diverso parere medico. Sciogliere il contenuto direttamente in bocca, senza acqua. Assumere il prodotto preferibilmente prima dei pasti. (Assumere dal giorno 6 al giorno 10.)
  • Assumere MICROFLORANA (ditta Named) nella dose di 1 flaconcino al giorno (10ml) lontano dal pasto o due cucchiaini al giorno. Nei primi 2 gg possono verificarsi gas intestinali dovuti all’eliminazione delle tossine, ma non lasciatevi scoraggiare e continuate fino alla fine della terza settimana. ( Dal giorno 10 al giorno 21)

Terza settimana (fino a Pasqua): DRENARE I LIQUIDI e DEPURARE IL FEGATO:

Eliminare caffè, fritti, alcool e proteine di origine animale (formaggi, pesce, carne e uova), per tutta la terza settimana (dal giorno 14 al giorno 21)

  • Bere tutte le mattine una tisana drenante (tipo FITOMAGRA LYMFASE dell’Aboca o simili)
  • Bere tutti i pomeriggi un tè verde
  • Assumere  BILIXIR cpr per tutta la settimana e se si vuole anche oltre

images3NB: Per tutto il periodo, anzi come abitudine di vita è meglio ricordarsi di bere tanto per tenere sempre le vie urinarie pulite, diminuire grassi animali e carboidrati raffinati, mangiare sempre tanta frutta e verdura di stagione e non bere bibite gassate o zuccherate. Il giorno di Pasqua è libero da astinenze alimentari, e anche quello di Pasquetta! Se si vuole, dopo la pasqua è possibile (anzi consigliabile) continuare la depurazione Epatica! Ogni tre/quattro mesi durante l’anno è consigliabile effettuare quella Intestinale, cambiando ogni volta fermenti lattici che si utilizzano, per colonizzare correttamente l’intestino!

 

Le informazioni qui sopra riportate, non sono consigli medici ma hanno il solo scopo di illustrare possibili integrazioni nutrizionali di tipo non terapeutico bensì salutistico e pertato non sostituiscono il parere di un medico.

 

COLON IRRITABILE: AIUTARLO IN MODO NATURALE.

colite-colon-infiammato-diagnosiFin dall’antichità si conosce l’importanza della salute intestinale, tant’è che si può affermare con quasi assoluta certezza che dalla buona funzionalità dell’intestino, dipenda la salute di tutto l’organismo. Purtroppo, l’alimentazione di oggi non è ideale, per tenere il  nostro inetstino in forma, perchè ricca di cibi raffinati (farine, zucchero, ecc..), alcool, additivi alimentari, formaggi,  ecc… Questi alimenti provocano infiammazioni e fermentazioni che a lungo andare si ripercuoto su tutto l’organismo, generando una tossiemia, ossia una intossicazione del sangue. Si vanno a formare infatti delle incrostazioni, sulle pareti dell’intestino che con il tempo, diventano sempre più difficili da sciogliere, e generano un accumulo di tossine che permanendo più tempo nell’intestino e rimanendo captate dalle incrostazioni, tendono ad essere assorbite da lume intestinale, arrivando nel sangue appunto. Normalmente questi meccanismi si manifestano con dolori addominali, pancia gonfia e in tensione, periodi di stitichezza alternati a periodi di dissenteria, che provocano gravi disagi di vita quotidiana a coloro che ne sono affetti! Queste manifestazioni possono essere raggruppate sotto il nome di colon irritabile o colite spastica e spesso e volentieri vengono “curate” dalla medicina tradizionale con farmaci che ne limitano la sintomatologia, ma senza andare a curare la causa. Attraverso la naturopatia, che si occupa di riequilibrare gli stati di squilibrio dell’organismo, noi possiamo prevenire e in parte curare questa colite.

I rimedi base sono:

1) Alimentazione controllata, nella quale bisogna prestare attenzione all’uso di cereali (sia integrali che raffinati), crucifere (cavoli, cavolfiore, cavolo di bruxells ecc), buccia della frutta, latte e latticini, alcolici, cioccolato, caffè  e integratori di fibre. Tutti questi aliemnti infatti possono peggiorare la manifestazione spastica,perchè irritanti, per cui io consiglio di effettuare un periodo disinfiammante per l’intestino nel quale questi alimenti non vengono utilizzati, per poi reintrodurli gradualmente. Altro particolare imporatnte dell’alimentazione è la quantità; infatti se il nostro sistema digerente si trova a dover digerire una grande parte di cibo, la colite tenderà a peggiorare perchè ci sarà una sorta di sofferenza intestinale dovuta all’accumulo eccessivo di cibo, ancor peggio se di diversa origine (cioè carboidrati, proteine, grassi, tutti insieme). Consiglio quindi di prediligere un’alimentazione controllata nei 3 pasti giornalieri, magari anche 5 se sia ama fare lo spuntino, evitando i digiuni che portano poi alle abbuffate.

images2

2) Disinfimmanti naturali:

  • Succo di Aloe puro, assunto 3 cucchiai al giorno, per almeno 1 mese.
  • Boswelia serrata, assunta sotto forma di capsule, titolate in sostanza attiva, per almeno 4 mesi. Questa pianta è ricca di ac.boswelico appunto, che ha un’azione antinfiammatoria naturale.
  • Angelica Arcangelica, pianta ricca di allicina che ha azione distensiva sulle pareti intestinali. Da assumere sotto forma di Tintura Madre, 30 gtt prima dei pasti principali, in associazione alla Boswelia.
  • Programma di riequilibrio intestinale, che prevede assunzione di 3 tipi di fermenti lattici diversi, (Enterelle, Ramnoselle e Bifiselle) in questo ordine, da effettuare a cicli durante l’anno. Se si soffre anche di meteorismo, aiutarsi con Adomelle a mesi alterni.
  • Utilizzare nell’alimentazione la curcuma e lo zenzero tutti i giorni.

3) Bere succo di limone con acqua calda.

Ho già parlato del succo di limone con acqua calda tante altre volte, ma ne voglio parlare ancora perchè davvero, bere al mattino appena svegli un succo di limone con acqua calda porta dei benefici intestinali non indifferenti! Le tossine che come detto prima si accumulano sulle pareti, devono essere eliminate e le pareti devono essere pulite in profondità. Il limone con l’acqua calda, si comporta da disincrostante intestinale, proprio come quelli che si usano per il lavandino, però è naturale! L’acqua e limone è una bevanda preziosissima, da bere al mattino al risveglio per effettuare uqella definita “doccia intestinale”. Non vi siete mai chiesti perchè ci laviamo tutti i giorni esternamente ma non ci laviamo mai internamente? Questa bevanda “lava” il corpo dall’interno dissolvendo le scorie e le impurità. Non abbiate timore di stitichezza o altro, perchè assolutamente non si verificherà, anzi, seguendo questo programma di rimedi per l’intestino riacquisterete una equilibrata attività intestinale ed eliminerete i dolori addominali! 🙂

Spero di esservi stata utile…come sempre vi ricordo che per ogni informazione sono disponibile all’indirizzo info@essenzialmentenaturale.it

Per chi fosse interessato ad una CONSULENZA PERSONALIZZATA, legga il regolamento alla pagina “Consulenze Naturopatiche” e mi scriva in privato alla mail indicata sopra.

 

Le informazioni qui sopra riportate, non sono consigli medici ma hanno il solo scopo di illustrare possibili integrazioni nutrizionali di tipo non terapeutico bensì salutistico e pertato non sostituiscono il parere di un medico.

 

AVVISO IMPORTANTE sulle CONSULENZE!

PREGO TUTTI COLORO CHE MI SCRIVONO PER UNA CONSULENZA, DI FARLO ALLA MAIL PRIVATA DI ESSENZIALMENTE NATURALE: info@essenzialmentenaturale.it  COSì CHE IO RIESCA A RISPONDERE A TUTTI!

Inoltre, vi ricordo che il “Sistema di consulenze” è spiegato in modo esauriente alla pagina CONSULENZE NATUROPATICHE. Siete in parecchi a scrivermi, e quindi per me è diventato un lavoro, fate in modo che lo sia realmente, perchè io gentilmente dedico a voi davvero molto tempo…e lo faccio con piacere e dedizione. 🙂

NON CHIEDETEMI CONSULENZE COME COMMENTI AD ARTICOLI PERCHE’ SICCOME SIETE IN TANTI A SCRIVERMI, COSì RISCHIATE CHE IL VOSTRO COMMENTO NON VENGA LETTO!

Vi ringrazio per la collaborazione