CC-Cell: addio cellulite!

FacebookTwitterGoogle+Condividi

10464242_655651127849539_5207749041636102806_nOggi voglio parlarvi di un prodotto nuovo e innovativo: CC-Cel con acido linoleico coniugato (CLA) della ditta FITLINE.

Ma vediamo in particolare cos’è l’acido linoleico coniugato….

L’acido linoleico coniugato conosciuto come CLA, è un’altra forma di acido omega-6. È una sostanza generalmente contenuta in prodotti lattiero-caseari e nelle carni bovine….che però avendo tanti altri prodotti di scarto, nonchè farmaci, anabolizzanti ecc..noi eviteremo di mangiare…per questo soprattutto se la nostra dieta è povera di carni rosse e latticini, usare integratori a base di acido linoleico coniugato talvolta può essere utile e importante.

Si tratta di un antiossidante che viene assimilato nei fosfolipidi delle membrane cellulari. L’importanza del CLA nell’alimentazione umana non si deve unicamente al classico ruolo “nutrizionale” di acido grasso,  ma ad una serie di  effetti metabolici e biochimici documentati da una vasta letteratura che ad oggi conta più di 1000 studi a riguardo!

Tra i potenziali effetti descritti in letteratura possiamo ricordare:

1) L’azione anticancerogena: sembra esplicarsi attraverso la modulazione del segnale apoptotico,  sia su modelli in vitro che su modelli animali, nei confronti di patologie neoplastiche a carico della mammella, del polmone e dell’intestino. Mancano ad oggi trials clinici significativi che mostrino questa capacità anche sull’uomo;
2) L’azione antitrombotica: garantita dalla modulazione della sintesi di acido arachidonico e di molecole pro infiammatorie, come trombossani, leucotrieni ed alcune prostaglandine. Grazie a tale attività il CLA presenterebbe un importante azione protettiva nei confronti dell’apparato cardiovascolare;
3) L’azione immunomodulatoria: attiva anche su individui sani, permetterebbe la riduzione di immunoglobuline responsabili delle reazioni allergiche (IgE), incrementando nel contempo l’efficacia della risposta immunitaria specifica.
4) L’utilizzo di acido linoleico coniugato in ambito sportivo e nella perdita del peso corporeo. Entrando più nel dettaglio, si è osservata un’importante azione ripartitiva, che ha garantito una diminuzione significativa dei livelli di massa grassa a favore di quella muscolare.

I meccanismi molecolari responsabili di questa azione sembrano sostenuti da:

-Inibizione della lipoprotein lipasi, con riduzione dell’uptake di acidi grassi e relativa lipogenesi;
-Induzione dell’apoptosi di pre-adipociti;
-Aumentata espressione di proteine disaccoppianti mitocondriali, con incremento della termogenesi indotta;
-Aumento del dispendio energetico muscolare, mediato dall’aumentata espressione di carnitina acetil transferasi, enzima necessario a trasportare gli acidi grassi nel mitocondrio con conseguente ossidazione

Il CLA presenta quindi efficaci proprietà brucia-grassi, le quali entrano in azione in particolare durante le ore di sonno. È stato osservato che grazie all’assunzione di 4 g di supplementi CLA al giorno, per un periodo totale di sei mesi, si riesce a rilevare un aumento del consumo energetico, il quale in particolare risulta incrementato durante i periodi in cui si dorme. L’azione svolta in altre parole è tale da favorire la perdita di peso utilizzando il grasso, piuttosto che i carboidrati come fonte di energia.

IN SOLI TRE MESI CONSEGUENTE E SENSIBILE DIMINUZIONE DELLA CELLULITE, IN PARTICOLARE QUELLA PATOLOGICA: con cuscinetti visibili, dolorosa al tatto e con sovrappeso.

Se ti interessa il prodotto CC-Cell CLICCA QUI

Quest’integratore si trova in capsule, si consiglia l’assunzione di 1 capsula dopo pranzo e 1 dopo cena. Data la struttura chimica del CLA infatti, è preferibile assumerlo sempre vicino o durante il pasto, al fine di migliorarne l’assorbimento

AVVERTENZE E CONTROINDICAZIONI

A causa del possibile aumento dei livelli di zucchero nel sangue, l’assunzione di CLA deve essere attentamente valutata nel caso di persone con diabete. L’effetto che i supplementi CLA ha sulle persone con diabete non è benefico. In tali soggetti è possibile che si presenti un maggiore rischio dello sviluppo della sindrome metabolica. L’assunzione di integratori CLA in questi soggetti deve pertanto essere valutata attentamente da un medico. È possibile che si presenti una reazione allergica ad alcuni integratori CLA. I sintomi di una reazione di questo genere includono: sviluppo di prurito, orticaria, difficoltà nella respirazione e deglutizione, gonfiore del viso, della bocca e della lingua. Interrompere in questi casi l’uso dell’integratore.

Se siete interessati all’integratore o avete domande di qualsiasi tipo da sottopormi vi ricordo sempre di scrivermi alla casella di posta info@essenzialmentenaturale.it oppure su FB, sarò felice di rispondervi.

 

 

NOCCIOLE: gusto e salute per una merenda sfiziosa

nocciolaIn questa domenica un po’ incerta…dopo diversi giorni di afa terribile  arrivato il freschetto e io ho deciso di preparare un leggera ma sfiziosa torta per merenda. Una torta semplice e veloce da preparare ma dall’aroma inconfondibile: la torta alle nocciole senza farina, una ricetta della tradizione piemontese, tipica delle Langhe. Si tratta di un gustoso dolce preparato con pochi ingredienti genuini tra cui le meravigliose nocciole Piemonte IGP ridotte a granella. Essendo priva di farina, la torta alle nocciole è un dolce adatto a chi soffre di celiachia, a chi deve tenere la linea, a chi è intollerante al frumento o a chiunque desideri assoparoare un dolce leggero e genuino ma allo stesso tempo delizioso! 🙂 Inoltre le nocciole sono ricche di proprietà benefiche, come del resto lo è tutta la frutta secca, sono un alimento molto energetico ad effetto rimineralizzante; per questo motivo sono molto indicate in stati di convalescenza, per chi pratica sport o per chi ha sensi di spossatezza, sia fisica che mentale. Insieme alle mandorle, sono tra i frutti più ricchi di vitamina E. Contengono fitosteroli, sostanze utili per la prevenzione delle malattie cardiache e circolatorie; contengono grassi buoni, in grado di abbassare i livelli del colesterolo LDL; contengono acido oleico, utile per innalzare i livelli di colesterolo “buono” HDL. Presentano inoltre un buon contenuto di magnesio, minerale utile a tutto l’organismo per la salute muscolare e non solo. Oltre al magnesio, contengono anche un’altro minerale essenziale per la nostra salute: il manganese. Il manganese protegge il nostro organismo dal cancro, fa parte di meccanismi enzimatici antiossidanti prodotti nei mitocondri delle cellule: meccanismi di difesa cellulare. Insomma, un concentrato di proprietà benefiche e di gusto! …ma vediamo nel dettaglio la ricetta..

INGREDIENTI per una teglia di circa 24 cm di diametro

-200 gr nocciole tritate
-200 gr zucchero di canna integrale
-4 uova intere
-un pizzico di sale

Sbattere con le fruste elettriche o manuale i tuorli d’uovo con lo zucchero e il pizzico di sale, fino a che non diventano spumosi e chiari. Aggiungere a questo punto le nocciole tostate e poi tritate.
A parte montare gli albumi a neve ben ferma (potete aiutarvi delle gocce di limone), poi incorporarli delicatamente al composto di uova e nocciole, mischiando con movimenti dal basso verso l’alto, per non farlo smontare.
Versare il composto in una teglia precedentemente imburrata e infornare a 180°C per 30 minuti, a seconda dei forni.

torta-nocciole-1024x682

Attendere il raffreddamento prima di sformare la torta, spolverare con zucchero a velo vaniglinato. Per i più golosi servire a fettine o a cubotti, con dello zabaione o anche del fresco gelato alla vaniglia o alla frutta.
Ottima anche al mattino per la colazione…:)

PS: Ci sono diverse varianti di questa torta, si può aggiungere il cioccolato fondente, la cannella, altra frutta secca a piacere…io vi illustrato quella più semplice e leggera ma potrete provare tutte le varianti che preferite!

Buona merenda a tutti!!

L’AVENA: dona gusto alla tua estate e allegerisce il punto vita

crusca-avenaChi non hai mai sentito parlare della crusca di avena? Dopo il boom della dieta Dukan, tutti la conoscono, ma la associano solo a questo regime alimentare controllato e paronoico…invece l’avena, può essere utilizzata da tutti, grandi e piccoli; consumata come fiocchi, come crusca, come chicchi è uno dei cereali migliori per rimanere in forma senza troppi sacrifici, se introdotto in una sana alimentazione! Ricca di ferro, magnesio, zinco e vitamina E, la farina di avena, dalla quale si ricavano il latte e i fiocchi, pur essendo piuttosto calorica (circa 390kcal/100g), è comunque una buona sostituta di altre farine, in particolare quelle raffinate, perchè sazia più profondamente ed è altamente proteica, (fino al 17% della sua composizione). L’ avena ha inoltre una bassa presenza di zuccheri, per questo l’ avena è uno dei cereali con il più basso indice glicemico particolarmente adatta ai diabetici. Un piatto di pasta a base di avena integrale è un primo piatto eccellente, ideale quando si deve seguire una dieta o quando comunque si vuole mantenere il peso sotto controllo. La pasta d’ avena integrale o i chicchi di avena per fresche insalate estive, costituiscono una fonte equilibrata di carboidrati, in quanto ne favorisce il lento assorbimento. Grazie alla alta quantità di proteine all’interno, è ottima per sostituire l’introito proteico di latticini o carne, quindi ottima per coloro che seguono una dieta vegetariana o comunque assumono poche proteine animali. L’avena infatti è importante per la sintesi proteica per via del suo contenuto di lisina, nettamente superiore rispetto agli altri cereali. E’ benefica per tutti ma aiuta in particolare vegetariani e vegani ad assumere gli amminoacidi essenziali necessari per la formazione delle proteine.

NB: Ricordo che la lisina, per quanto riguarda il mondo vegetale, è presente soprattutto nei legumi, mentre scarseggia nei cereali (ad eccezione dell’avena, che ne contiene di più).

Ovviamente si deve trattare di avena integrale, che contiene più fibra. Tra le fibre solubili dell’ avena troviamo infatti i preziosi beta-glucani, che aiutano a mantenere sotto controllo il peso corporeo. Inoltre i beta-glucani hanno la capacità di ridurre il livello di colesterolo nel sangue, di conservare l’ equilibrio degli zuccheri nel sangue e dell’ insulina e di migliorare la funzionalità intestinale. Inoltre, l’avena contiene dei particolari composti fenolici azotati, che prendono il nome di avenantramidi. Si tratta di potenti antinfiammatori in grado di proteggerci dai tumori e di inibire la proliferazione delle cellule tumorali.

LATTE DI AVENA

Il latte di avena, come tutto il latte vegetale, è ricco di acidi gtrassi essenziali e quindi particolarmente utile per il benessere dell’apparato cardiocircolatorio. Il latte di soia e quello di avena infatti, si sono dimostrati in grado di ridurre i livelli di colesterolo “cattivo” (LDL), mentre quello di mandorle, ricco di antiossidanti come la vitamina E contribuisce ad arginare l’azione dannosa dei radicali liberi rallentando l’invecchiamento cellulare. Il latte di avena nel particolare, è una valida alternativa a quello vaccino soprattutto di estate, evita i gonfiori addominali, allegerendo il punto vita e pulendo bene l’intestino! E’ consigliato in particolare per chi ha problemi di arterosclerosi e problemi di colesterolo alto. È una bevanda poco calorica ( circa 47kcal/100g) e con un limitato contenuto di grassi, prevalentemente polinsaturi, contiene fibre, vitamina E e acido folico. Ricco di zuccheri semplici, fornisce energia prontamente disponibile. Come per il latte di riso ha una quantità molto ridotta di proteine; quello in commercio contiene sempre oli aggiunti, solitamente di girasole quindi ricordo di leggere bene le etichette! Fornisce anche le vitamine del gruppo B presenti nell’avena, che intervengono nel metabolismo migliorando l’utilizzo degli zuccheri e stimolano l’appetito. Il latte di avena è ottimo per la colazione, stimola lievemente la toroide, quindi permette di attivare il metabolismo fin dal mattino! Servito con l’aggiunta di fiocchi di avena, fragole fresche e cioccolato fondente a scaglie è davvero una delizia per il palato e una colazione leggera e completa!

FIOCCHI D’AVENA

I fiocchi d’avena fino a poco tempo fa erano noti soprattutto come ingrediente fondamentale per il muesli della colazione. E’ proprio così che possiamo gustare l’avena all’inizio della giornata, accompagnandone i fiocchi con frutta secca, come mandorle e nocciole, frutta fresca di stagione e frutta essiccata, come l’uvetta, i fichi o le prugne, soltanto per fare qualche esempio. I fiocchi d’avena sono un ingrediente molto versatile. Essi danno lo sprint iniziale per affrontare la giornata senza appesantre troppo, infatti hgrazie alle proteine sono di lenta digestione e favoriscono la sazietà per parecchie ore. Occore però leggere sempre correttamente le etichette dei prodotti, perchè spesso e volentieri i fiocchi di avena che si trovano al supermercato sono ricchi di zuccheri, in quanto glassati o atro, quindi scarseggiano di fibre e di tutti gli elementi salutari che l’avena normalmente fornisce. Scegliere fiocchi d’avena integrali, senza zuccheri aggiunti è la scelta vincente: se si vuole dolcificare la colazione potremmo aggiungere della frutta, del cioccolato fondente sbriciolato o del miele per rendere più appetibile la nostra avena. I fiocchi di avena possono essere assunti anche salati, interi o macinati sono un ottimo ingrediente per la preparazione di crocchette e polpette vegetali sia per legare gli ingredienti che per la panatura. Saranno ancora più leggeri se sostituirete la cottura in padella con quella al forno.

325968755

CRUSCA DI AVENA

La crusca di avena, tra tutti i tipi di crusca è quella più indicata per coloro che vogliono perdere qualche kg di troppo, allegerendosi e moderando il senso della fame, in particolare quella nervosa. Contiene infatti tantissima fibra (circa il 20% del suo peso), quindi sazia rapidamente e a lungo e diminuisce fortemente l’assorbimento di zuccheri e grassi a livello intestinale. Un trucchetto infatti è quello di consumare un cucchino di crusca di avena con un pizzico di cannella, prima dei pasti principali: favorisce la sazietà e abbassa l’indice glicemico. La crusca di avena va sempre consumata con abbondante liquido: latte di avena, acqua, succhi di frutta fresca perchè solo così può gonfiarsi nell’intestino formando la massa gelatinosa che ha un’azione protettiva sulle pareti del colon, rendendole impermeabili alle tossine presenti nel colon e modulando l’assorbimento di grassi e carboidrati attuando così la sua azione depurativa e sgonfiante. La si può aggiungere alle zuppe, ai bridi vegetali, al latte, allo yogurt, ai succhi freschi; oppure la si può mescolare alla farina per la preparazione del pane casalingo, di pizze e focacce dietetiche ma altrettanto gustose! La crusca d’avena ha infatti, come accennato prima, lo straordinario potere di sottrarre calorie all’intestino tenue e di trasportarle nelle feci. Questa perdita di calorie non è molto importante, ma si rinnova continuamente fino a diventare significativa nel tempo. Avendo tante fibre la crusca di avena può però intasare l’intestino se questo non risulta pulito o il consumatore non beve abbastanza liquindi durante il giorno, quindi prestare sempre attenzione alle dosi! La dose ideale è non andare oltre i 3 cucchiai di crusca al giorno. Un cucchiaio al giorno non è solo permesso, ma addirittura consigliato, per aiutare a dimagrire sia diminuendo l’appetito, sia creando una piccola ma costante fuga di calorie attraverso le feci; due cucchiai aumentano leggermente questo effetto, rendendo più fluido il suo lavoro intestinale. Tre cucchiai migliorano ancor più quest’azione cominciando però ad avere un effetto calorico importante. PRIMA di assumere la crusca di avena è bene attuare un buon programma (almeno 10giorni) di pulizia intestinale! Programma di rieducazione e disintossicazione intestinale: dieta priva di farine di ogni genere, bere 2 volte al giorno tisana di malva e spezie (cumino, coriandolo, cannella, semi fiocchio), effettuare “doccia intestinale” bevendo acqua calda e limone spremuto tutte le mattine a digiuno, sottoporsi a idrocolonterapia casalinga (non con microclismi o clisteri irritanti, ma con pompette apposta per il lavaggio che si attaccano al bidet) e infine ricolonizzazione dell’intestino con l’aiuto di prodotti probiotici e prebiotici, per poter godere appieno IN SEGUITO delle proprietà positive dell’alimentazione con prodotti a base di crusca di avena! 🙂

crusca-davena

NB: In caso di assunzione di farmaci, distribuire le quantità di crusca nell’arco della giornata lontano dal farmaco, perché essa rallenta l’assimilazione del bolo alimentare e quindi anche dei farmaci che vi transitano.

 

I SOLARI PER L’ESTATE: MA CHE SIANO BIO!

772-abbronzatura-1-622x466
Oggi a grande richiesta, visto l’arrivo della bella stagione voglio parlarvi di un argomento importante: LA SCELTA DELLA CREMA SOLARE BIO! La scelta della crema solare è una scelta molto importate, e non solo per la nostra bellezza ma anche e soprattutto per la nostra salute. Ed ecco che si presenta il dilemma amletico su quale solare preferire e perché. Indubbiamente noi ecobio ci indirizzeremo su prodotti il più naturale possibile ma non senza prima aver analizzato accuratamente e consapevolmente i prodotti, capendo quali ci proteggono di più e quali invece pue essendo biologici sono da evitare perchè on ci danno un’adeguata protezione.
Vorrei inizare dicendo che i prodotti solari naturali, soprattutto le protezioni, sono fra i cosmetici più difficili da realizzare, quindi, non se ne trovano tantissimi…tuttavia, alcune ditte ci sono riuscite!

Iniziamo quindi con un po’ di teoria:
I filtri solari si dividono in due categorie:
-filtri fisici
-filtri chimici
I filtri chimici sono vietati dai vari disciplinari che si occupano di ecocompatibilità, per ovvie ragioni e inoltre hanno dimostrato che fanno bioaccumulo provocando danni ambientali.

EVITARE QUINDI ASSOLUTAMENTE:
-oxybenzone=benzophenone-3 in quanto genera radicali liberi, si accumula per via sistemica, interferisce con l’attività degli estrogeni. -Methylbenzyliden Camphor (4-MBC), Octyldimethyl-PABA (OD-PABA), Benzophenone-3(Bp-3) ,Homosalate (HMS), Octyl-Methoxycinnamate (OMC) tutti con attività estrogenica.

I filtri delle nostre creme saranno filtri fisici, come lo zinco ossido e il biossido di titanio, entrambi micronizzanti per evitare l’effetto pastone bianco che ovvimente in spiaggia non è desiderabile!! Lo zinco ossido, normalmente serve per gli UVA e la sua curva di assorbimento si flette per gli UVB ma ne esiste un tipo da nanotecnologia che per gli UVB funziona abbastanza bene. Difficile capire quale stiano usando perchè l’INCI è lo stesso. I(n tutti cosmetici è consentito inserire ossido zinco fino al 25%, ed in Europa gli schermi solari sono considerati cosmetici. ) Il biossido di titanio serve per gli UVB (quelli che fanno diventare la pelle rossa) ed assorbe ben poco tra i 380 e 400 nm (UVA), alcuni sospettano che possa creare in parte la produzione di radicali liberi, tuttavia, consiglio di cercare i solari più ricchi in antiossidanti tipo vitamina C, gamma orizanolo, tea verde, estratto di carota, resveratrolo et similia che limiteranno eventuali danni.

Dopo un’accurata ricerca e la mia esperienza, mi sento di consigliarvi caldamente qualche solare che corrisponda a tutti i canoni sopra elencati che un solare ecobio dovrebbe avere:

  • Per primi metto i solari FITOCOSE perchè perchè sono quelli in cui il rapporto qualità prezzo è più conveniente. Troviamo protezione alta, media e bassa. La linea comprende il latte solare, olio abbronzante alla carota e mallo noce, l’olio protettivo per i capelli al makassol e la crema solare viso protettiva oli free per pelli miste e grasse del tutto naturali con schermi fisici ed antiossidanti come la carota, la vitamina C ecc… indicate contro le radiazioni solari UVA e UVB e di solito per 150 ml il prezzo si aggira intorno i 7/8 euro circa. (Io in particolare uso questa ditta) Vi allego il link del sito: http://www.fitocose.it/
  • Altra ditta valida è la TEA NATURA, che personalmete non ho provato ma ne ho sentito parlare davvero bene. Analizzando l’inci delle creme devo dire è davvero inattacabile! Anche in questo caso abbiano dverse opzioni, dalla crema all’olio…di diverso grado di protezione. In particolare, la crema solare al Monoi di tiarè con l’olio di crusca di riso, l’olio di mallo di noce, l’olio di carota e l’olio di cocco, svolge sulla pelle sia azione abbronzante che protettiva.Può essere definita come prodotto ad Alta Protezione con Fattori Protettivi Meccanici, in quanto – pur non utilizzando fattori di protezione sintetici – si avvale di materie prime minerali e vegetali, che svolgono la loro azione protettiva sulla pelle sia come ‘schermi solari’ (ossido di zinco e diossido di titanio in forma non micronizzata) sia come protezione naturale (orizanolo – estratto dall’olio di riso). Il prezzo si aggira intorno agli 11euro per 150ml. Vi allego anche in questo caso il sito internet: http://teanatura.com/prodotti Tuttavia, non ha purtroppo lo shop on-line, però potrete facilmente trovare nella sezione “rivenditori” il negozio che vende questi prodotti più vicino a casa vostra!
  • -Altra ditta valida, forse un pò più costosa perchè più commercializzata è la BJBOJ. Ha protezioni sia per adulti che per bambini, dalla più bassa alla più alta. Contiene filtri fisici e tutta una serie di attivi vegetali, Oli di Mandorle dolci, di Cocco, di Lino, di Argan, di Jojoba, Vitamina E, Gamma Orizanolo, estratto di Carota, ecc..tutti da Agricoltura Biologica Certificata! I prezzi si aggirano dai 20 euro ai 12 euro a seconda del grado di protezione. Vi allego il sito così potete curiosare..http://www.bjobj.com/
  • Ultima ma non per importanza è la ditta WELEDA, un po’ più cara delle precedenti ma sicuramente valida. Il Latte solare della weleda protegge efficacemente dai radicali liberi e previene la disidratazione della pelle durante l’esposizione al sole. I pigmenti biossido di titanio e ossido di zinco di origine minerale sono micronizzati in piccolissime particelle e stendono un velo praticamente invisibile sulla pelle che riflette i raggi solari e protegge in modo efficace senza lasciare aloni. Questa marca la trovate un po’ dappertutto, dalle erboristerie alle farmacie, in ogni caso se vi dovesse interessare vi allego il sito.http://www.weleda.it/

Cosa chiedere di meglio di natura e qualità a prezzi accessibili a tutte le tasche? Ci saranno sicuramente anche altre ditte…io per ora vi ho indicato queste tre perchè son quelle che conosco meglio che ho provato o che amici e conoscenti amanti del bio hanno provato!

Apparte usare una buona protezione ricordatevi sempre gli accorgimenti base per avere una sana e bella abbronzatura:
-Mangiare molta frutta e verdura dal pigmento rosso/arancione
-Evitare l’esposizione durante le ore centrali della giornata (intervallo 11:00 – 16:00).
-Evitare esposizioni prolungate, specialmente ad inizio stagione se la pelle non è ancora abituata ai raggi UV.
-Usare sempre un lenitivo idratante dopo l’esposizione al sole e la sera un burro come quello di Karitè.Ripetere più volte l’applicazione della protezione (dopo un bagno buona parte viene persa in acqua).
-Lavare sempre accuratamente i solari dalla pelle, mai andare a dormire con il solare in faccia o sul corpo!
-Bere molta acqua.
-Puntare ad un’abbronzatura lenta e progressiva, che vi durerà nel tempo.

Buon sole a tutti!!!